iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Confcooperative apre uno sportello per il credito alle imprese

Di Redazione3 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Confcooperative apre uno sportello per il credito alle imprese

Confcooperative apre uno sportello per il credito alle imprese

Confcooperative Bergamo, in collaborazione con le 9 Banche di Credito Cooperativo della provincia, ha attivato lo «Sportello Credito Cooperativo» a supporto delle imprese associate con l’obiettivo di offrire consulenza e accompagnamento alle cooperative interessate ad avviare progetti di capitalizzazione e di investimento per far fronte all’attuale crisi economica. Tra gli strumenti a disposizione il Fondo di rotazione per l’imprenditorialità, le misure di finanziamento agevolato e Cooperfidi Italia, il confidi nazionale del mondo cooperativo.

Contro la crisi Confcooperative Bergamo scende in campo per sostenere l’accesso al credito e dare una «boccata d’ossigeno» alle proprie associate. In collaborazione con le 9 Banche di Credito Cooperativo della provincia, Confcooperative Bergamo ha infatti attivato uno sportello in materia creditizia a supporto dello sviluppo imprenditoriale. Si chiama «Sportello Credito Cooperativo» e ha l’obiettivo di offrire consulenza ed accompagnamento alle imprese interessate ad avviare progetti di capitalizzazione e di investimento per far fronte all’attuale crisi economica.

Operativo già da qualche mese, gli strumenti principali a disposizione delle cooperative sono costituiti da una serie di misure finalizzate allo sviluppo aziendale nel suo insieme. Lo Sportello fornisce quindi assistenza sulle modalità di accesso e di presentazione delle domande per il Frim, il Fondo di rotazione per l’imprenditorialità della Regione Lombardia, che tra le sue linee d’intervento prevede finanziamenti per le imprese cooperative e i loro consorzi in materia di sviluppo aziendale, e per i finanziamenti a tasso agevolato previsti dalle Legge regionale 1/2007 per programmi di sviluppo. Tra gli strumenti a disposizione del nuovo Sportello Credito Cooperativo anche Cooperfidi Italia, il consorzio fidi nato recentemente dalla fusione di 9 confidi regionali per la prestazione di garanzie. Un unico interlocutore in grado di offrire garanzie del credito fino al 70% dell’importo, miglioramento del rating aziendale e convenzioni favorevoli con le banche e il sistema delle Bcc.

Tutte linee di intervento che sono state al centro dell’incontro di mercoledì 24 febbraio, presso la sede di Confcooperative Bergamo, a cui hanno partecipato i presidenti e i direttori delle 9 Bcc bergamasche, oltre a Sergio Bonetti e Pieralberto Cangelli, rispettivamente presidente e direttore di Confcooperative Bergamo. All’incontro è emersa una sinergia di intenti tra il mondo del credito cooperativo e la centrale di via Serassi. Obiettivo sostenere il rilancio delle imprese attraverso il nuovo sportello del credito che, secondo Pietro Ferranti, direttore Bcc Ghisalba e Coordinatore direttori Bcc Bergamasche, e Battista De Paoli, presidente Bcc Calcio e Covo e Coordinatore presidenti Bcc Bergamasche, offre alle cooperative gli strumenti adatti per far fronte alla congiuntura economica attuale.

Ancora rialzi: il prezzo della benzina sale a 1,35 al litro

Ecco i prezzi rilevati dalla Staffetta Quotidiana Brutte notizie per le già vuote tasche degli italiani, bergamaschi compresi (checché ne dicano le ...

Lavoro: oltre 50mila disoccupati in Bergamasca

Una manifestazione dei lavoratori BERGAMO -- A dati del genere la nostra provincia non era proprio abituata. In un ...