iscrizionenewslettergif
Sport

Ciclismo: il celeste Bianchi splende in Oriente

Di Redazione3 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il team Jayco Skins

Il team Jayco Skins

LANGKAWI, Malesia — Nell’’anno del suo 125esimo anniversario, Bianchi ha iniziato nel migliore dei modi la stagione agonistica internazionale su strada grazie ai risultati ottenuti dal Team Jayco Skins e dalle ragazze dell’’Ais Women Road Team, formazioni australiane entrambe equipaggiate con biciclette Bianchi.

Lunedì 1 marzo Michael Matthews ha dominato lo sprint conclusivo della prima tappa di 174.5 km al Tour de Langkawi, in Malesia. L’’australiano del Team Jayco Skins in sella alla sua Bianchi 928 Carbon T-Cube si è imposto con autorevolezza sullo spagnolo Vidal Cells (Footon Servetto) e sul kazako Ruslan Tieubayev.

““Sono venuto qui con l’’obiettivo di vincere ma non pensavo di farcela alla prima occasione” – ha detto Matthews dopo il traguardo -. “Nel finale ho cercato di stare nelle prime dieci posizioni e di seguire le ruote di chi avanzava fino a quando l’uomo della Footon non ha anticipato tutti lanciando uno sprint decisamente lungo che mi ha costretto ad inseguire”. “Ho sofferto il clima particolarmente caldo e umido che non mi permetteva di respirare: sembrava di stare in una sauna. Alla fine tutto è andato per il meglio e sono davvero felice di questa vittoria””.

Mentre il Team Jayco Skins si sta mettendo in luce sulle torride strade della Malesia (il Tour de Langkawi termina domenica 7 marzo), grandi soddisfazioni per Bianchi giungono anche dalle ragazze del team Ais – la selezione delle migliori cicliste australiane – in grande evidenza al Tour of New Zealand che si è concluso domenica 28 febbraio.

La giovane formazione australiana ha infatti conquistato il secondo posto nella classifica finale a squadre con Tiffany Cromwell terza della generale e prima tra le giovani in gara. La compagna di squadra Kirtsy Broun si è invece imposta nella speciale classifica a punti. Amanda Spratt, al rientro alle competizioni dopo l’incidente sofferto nel 2009, si è piazzata ottava nella generale.

Mutti non si nasconde: Atalanta, serve un mese da urlo

Bortolo Mutti ZINGONIA -- La squadra, l'ambiente, la considerazione mediatica. E' un Bortolo Mutti a 360 gradi ...

Dopo il Bocia, tocca al Baffo: condanna e Daspo fino al 2015

Gli ultras nerazzurri BERGAMO -- Stessa condanna inflitta al "Bocia". Anzi, peggio. Francesco Palafreni, il "Baffo", leader storico ...