iscrizionenewslettergif
Salute

Carote lesse per una pelle da ventenne

Di Redazione1 marzo 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un piatto di carote lesse

Un piatto di carote lesse

Carote cotte e non pelate. Pare essere questo l’elisir di bellezza e giovinezza per la pelle. Pensate, un solo etto contiene 6.888 microgrammi di betacarotene, più del doppio di altri vegetali che ne sono già molto ricchi.

“Il betacarotene – spiega Carla Favaro, docente in scienza dell’alimentazione dell’Università Milano Bicocca- può essere convertito nell’organismo in vitamina A, ed è forse il più noto elemento della famiglia dei carotenoidi, sostanze che hanno un effetto positivo sul sistema immunitario e nel contrastare l’effetto dei radicali liberi coinvolti nei processi degenerativi, tra cui l’invecchiamento cellulare”.

Inoltre, aggiunge il medico “i carotenoidi vengono assorbiti meglio dall’organismo se l’alimento che li contiene viene cotto. Come mai? Perché il calore ammorbidisce le pareti cellulari, rendendo più assimilabili queste sostanze. Se poi si assumono insieme a un po’ di grassi, i carotenoidi saranno disponibili ancora più facilmente, trattandosi di sostanze liposolubili”.

Se volete mantenere una pelle giovane e fresca, un piatto di carote al vapore non deve mancare sulle vostre tavole.

Crisi: un italiano su dieci rinuncia alle cure

Con la crisi gli italiani rinunciano persino alle cure Sorprendenti, ma soprattutto allarmanti i dati di una recente inchiesta su crisi e salute. Un ...

Chi dorme troppo rischia l’ictus

Attenzione a dormire troppo Chi soffre d'insonnia da oggi ha una consolazione. Uno studio dell’Università del North Carolina sostiene ...