iscrizionenewslettergif
Politica

Ex Sace, il Comune detta le condizioni: ritiro delle querele e riduzione del cemento

Di Redazione26 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il piano integrato delle cosiddette torri ex Sace

Il piano integrato delle cosiddette torri ex Sace

BERGAMO — La trattativa partirà solo se la società Conca Fiorita taglierà piani e volumetrie e ritirerà la citazione in giudizio contro i cittadini del Mosaico a cui è stato chiesto un risarcimento da 8 milioni di euro. E’ questa la condizione sine qua non che il Comune di Bergamo ha posto all’immobiliare che dovrà occuparsi della realizzazione del piano integrato ex Sace. Lo ha comunicato il consigliere comunale Luisa Pecce Bemberga, incaricato dal sindaco di tenere i rapporti con la rete sociale Mosaico Ambiente.

“Il sindaco Franco Tentorio, l’assessore all’Urbanistica Andrea Pezzotta e  l’assessore ai Lavori Pubblici Alessio Saltarelli, hanno comunicato e sottoposto a valutazione le condizioni di trattativa tra il Comune di Bergamo e la società “Conca Fiorita” sul caso PII ex Sace al comitato del Mosaico Ambiente ed ai cittadini ricorrenti al TAR, colpiti da una citazione della Soc. Conca Fiorita per un presunto risarcimento di 8 milioni di euro” spiega la delegata in un comunicato.

“Le trattative che presuppongono la chiusura di tutte le vertenze, sia da parte dei cittadini che da parte della società Conca Fiorita prevedono, a parte alcuni dettagli da definire: la diminuzione di tre piani a testa degli edifici più alti che scendono quindi rispettivamente da 10 a 7 e da 9 a 6 piani, la riduzione della volumetria complessiva per il corrispondente di 12.000 metri cubi. Inoltre L’eliminazione dal progetto del sottopasso di Via Baioni. Una ristrutturazione del Campo Utili che verrà rispettato e valorizzato mantenendo la sua valenza sportiva cittadina su progettazione degli uffici comunali di competenza. Il mantenimento nel progetto sia della sala multimediale pubblica che dell’asilo aziendale aperto al pubblico”, prosegue il documento.

“I cittadini convenuti – continua la Pecce Bamberga – si sono concordemente dichiarati soddisfatti per quanto proposto ed hanno ritenuto accettabile il risultato della trattativa che porrebbe fine ad una lunga e astiosa contrapposizione durata due anni e condotta dai cittadini con tutti i mezzi democratici a disposizione, dalla raccolta di firme (3000) alle Assemblee pubbliche, dalle manifestazioni di contestazione alla pubblicazione di volantini, giornali di quartiere e articoli su blog,  prima di giungere a ricorrere al Tar. Gli stessi hanno espresso ulteriore soddisfazione per l’intervento dell’Amministrazione, avvenuto dopo la sgradevole “sorpresa” della vicenda riguardante la citazione per danni, che ha impedito l’apertura di una nuova vicenda giudiziaria, improbabile ma stressante”.

“La giunta Tentorio – si legge ancora nel comunicato – coerente con quanto promesso in campagna elettorale e ribadito nelle linee programmatiche, si è attivata per limitare l’impatto devastante di un PII Sace, approvato definitivamente dalla Giunta Bruni, che, nel suo primo progetto, prevedeva torri di 15 e 13 piani a 200 metri dalle mura di Sant’Agostino e una volumetria complessiva di 92.000 metri cubi”.

La consigliera della Lega canta vittoria: “Con questo l’amministrazione e i cittadini hanno ottenuto: la salvaguardia della visuale da e su Città Alta, bene prezioso di tutta la città, la salvaguardia del Campo Utili , che continuerà ad essere dedicato allo sport per tutta la città e sarà anzi in ciò valorizzato, di evitare disagi con l’inutile, costoso lavoro per la costruzione di un pericoloso e facilmente degradabile sottopasso in via Baioni, di ridurre parzialmente l’impatto di densità abitativa e, con la costruzione di una sala ed un asilo, di mantenere il livello di qualità della vita nel quartiere”. I toni sono di grande soddisfazione. “La città può ringraziare l’attuale amministrazione Comunale ed un motivato gruppo di cittadini che, profondamente convinto, impegnando energie, tempo e denaro personale, ha condotto una battaglia d’amore per la nostra Bergamo”.

Il Pd rilancia la metropolitana leggera Ponte S.Pietro-Albano

Maurizio Martina BERGAMO -- Nella sede del comitato elettorale di Maurizio Martina, il capolista alle regionali del ...

Scotti Foglieni (Pdl): il mio modo di fare politica è diverso

Scotti Foglieni: nel Pdl serve un cambiamento BERGAMO -- Il suo modo di parlare è schietto e diretto. Le sue idee politiche ...