iscrizionenewslettergif
Poesie

“Febbraio” di Vincenzo Cardarelli

Di Redazione25 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Febbraio è sbarazzino.
Non ha i riposi del grande inverno,
ha le punzecchiature,
i dispetti
di primavera che nasce.
Dalla bora di febbraio
Requie non aspettare.
Questo mese è un ragazzo
fastidioso, irritante,
che mette a soqquadro la casa,
rimuove il sangue, annuncia il folle marzo
periglioso e mutante.

“Soli morenti” di Paul Verlaine

tramonto_sui_campi Un'alba illanguidita versa per i campi la malinconia dei soli morenti. La malinconia culla con dolci canti il cuore che s'oblia nei ...

“È quel che è” di Erich Fried

amoreÈ assurdo dice la ragione È quel che è dice l'amore È infelicità dice il calcolo Non è ...