iscrizionenewslettergif
Italia

Su Facebook un gruppo delirante contro i bimbi down

Di Redazione22 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ennesima nefandezza su Facebook

Ennesima nefandezza su Facebook

ROMA — Non c’è mai limite alle bassezze umane. Ma stavolta è stato toccato il fondo e qualcuno è andato ancora più sotto. E’ stato pubblicato su Facebook un gruppo choc contro i bimbi down, definiti “inutile peso” e “parassiti” con cui “giocare al tiro al bersaglio”.

Sul social network pubblicata anche la foto di un neonato con la parola “scemo” in fronte. E contro il gruppo di circa mille iscritti, si è mobilitato il popolo del web, con petizioni online. L’obiettivo è uno solo: chiudere quel quel gruppo delirante quanto le frasi pubblicate, in cui i cervelloni che lo hanno creato si chiedono “perché dovremmo convivere con queste ignobili creature, suggerendo di farne dei bersagli nei poligoni di tiro”.

“Un gruppo inaccettabile, non degno di persone civili, pericoloso. E, soprattutto, un reato che, in quanto tale, sarà perseguito” ha commentato il Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna, sul gruppo nato su Facebook che inneggia alla violenza contro i bambini down.

“L’istigazione a delinquere, ovunque questa avvenga e in qualunque forma, è un reato e, di conseguenza, verrà certamente perseguito dalla Magistratura. I responsabili stiano certi che saranno individuati e denunciati, che la Polizia postale sta facendo il massimo per togliere di mezzo questo gruppo”.

Bomba all’Università Bocconi, rivendicazione anarchica

L'università Bocconi di Milano MILANO -- Dagli e ridagli siamo arrivati alle estreme conseguenze. Gli allarmi sui rigurgiti del ...

Gruppo choc sui bimbi down, scoperto l’autore: è un cingalese di 19 anni

Facebook E' un diciannovenne cingalese il promotore del gruppo-choc apparso su Facebook intitolato "Tiro al bersaglio ...