iscrizionenewslettergif
Valseriana

Valanghe a Lizzola: tre scialpinisti salvi per miracolo

Di Redazione20 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ancora una valanga sulle Orobie

Ancora una valanga sulle Orobie

updated LIZZOLA — I bollettini nivometeorologici parlavano chiaro. Rischio valanghe forte su tutto l’Arco alpino, marcato sulle Orobie con distacchi di lastroni già con debole sovraccarico. E puntualmente ecco i distacchi. Due, enormi, dalla parete dell’Infernello, sopra Lizzola, dove in quel momento c’erano tre scialpinisti. Secondo la prima ricostruzione i tre non avrebbero responsabilità nel distacco delle valanghe.

La squadre del soccorso alpino sono state subito allertate e spedite sul posto che dista poche centinaia di metri dal rifugio Mirtillo. Trenta i volontari impegnati nelle ricerche con unità cinofile e due elicotteri del 118 decollati da Orio.

Per quasi due ore si è temuto che i due alpinisti fossero rimasti sotto le valanghe. Sul posto è stato dispiegato un massiccio di forze e mezzi di soccorso. Ma alla fine i tre sono stati ritrovati sani e salvi, solo lambiti dalle slavine. I soccorritori li hanno estratti da un sottile strato di neve.

Diversa invece la sorte toccata ieri a un 25nne bresciano ucciso da una slavina mentre trovava a bordo di una motoslitta nella zona del rifugio Albani, sopra Colere.

Valanga travolge motoslitta: un morto nella zona dell’Albani

Una valanga (immagine di repertorio) updated COLERE -- Tragedia questo pomeriggio poco dopo le 15 sulle montagne bergamasche. Una valanga ...

Vola con lo snowboard in un dirupo ma si salva

Incidente sullo snowboard COLERE -- Se l'è vista davvero brutta il 22enne di Nuvolera che domenica pomeriggio è ...