iscrizionenewslettergif
Politica

Ex Sace e Mosaico: la leghista Pecce replica a Bruni

Di Redazione18 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Al centro, il segretario cittadino della Lega Luisa Pecca Bamberga

Al centro, il segretario cittadino della Lega Luisa Pecca Bamberga

BERGAMO — Quelle accuse di Bruni proprio non le sono andate giù. E così la segretaria cittadina della Lega Luisa Pecce Bamberga ha preso carta e penna e scritto una replica all’ex sindaco. Ecco la versione integrale.

“Personalmente chiamata in causa dall’ex sindaco Roberto Bruni in merito alla sua posizione nella questione Torri ex Sace, tengo a precisare e rettificare quanto erroneamente affermato come segue – scrive la Pecce Bemberga -. La sottoscritta non è e non è mai stata presidente del Mosaico, per la semplice ragione che lo stesso, nella sua veste di rete territoriale di quartiere che fa capo alla Circoscrizione di appartenenza, formata da residenti socialmente impegnati, non ha mai avuto la necessità di formare quadri burocratici.

La sottoscritta, prima di assumere incarichi politici, era stata tra i promotori e fondatori, referente per la sezione ambiente, e per questo motivo le era stato in più occasioni richiesto di esserne anche il portavoce. Dall’elezione in poi è stata sostituita in questo ruolo da un membro della rete stessa. Coloro che con il loro ricorso al Tar hanno inteso opporsi a decisioni della passata Amministrazione, non sono iscritti a nessuna associazione e a nessun partito, sono unicamente dei cittadini attenti e sensibilizzati al tema della qualità della vita di tutta la città e che nel loro quartiere subiranno direttamente le pesanti conseguenze negative dei nuovi insediamenti del Piano d’intervento integrato Sace.

E’ vero invece che le persone più direttamente impegnate nel Mosaico Ambiente sono state le prime a recepire e sostenere pubblicamente la ragioni della loro protesta. Queste spiegazioni fanno intendere che l’ex sindaco non aveva neppure l’idea, nonostante i numerosi incontri e scontri, di chi fossero le persone che lo contestavano e portano a meglio capire come l’ex sindaco intendesse la “partecipazione”, indirizzata preferibilmente a sostenitori pronti ad applaudire decisioni già prese.

La sottoscritta, invece, nel suo ruolo di consigliere comunale, perfettamente coerente a quanto promesso in campagna elettorale, coltiva a livello istituzionale il rapporto con i cittadini e con i diversi comitati, dedicando tempo ed energie ad un ascolto dialettico, attento e produttivo delle istanze del territorio.

La sottoscritta auspica una soddisfacente e rapida conclusione della ormai troppo lunga vicenda riguardante il PII SACE, che, con la citazione in giudizio dei cittadini ricorrenti al Tar per un ipotetico rimborso di 8 milioni di euro, ha assunto risvolti di una gravità e aggressività davvero inaccettabili”.

Luisa Pecce Bamberga

I sondaggi: possibile sorpasso della Lega sul Pdl a Bergamo e Brescia

Umberto Bossi e Silvio Berlusconi BERGAMO -- Il timore dalla parti del Popolo della Liberta è che la Lega metta ...

Berlusconi: chi commette reati non può restare nei partiti

Silvio Berlusconi ROMA -- "Chi sbaglia e commette dei reati non può pretendere di restare in nessun ...