iscrizionenewslettergif
Sport

Valdes il migliore, dietro tutti molto bene

Di Redazione14 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Jaime Valdes

Jaime Valdes

CATANIA — Tutti quanti abbondantemente sopra la sufficienza. Nella grande partita giocata dai nerazzurri svetta ancora una volta Valdes: avesse anche la massima precisione sarebbe devastante.

Consigli 6: Interviene subito su un destro da fuori, Pinto lo salva sull’angolo conseguente ma per il resto non deve quasi mai lavorare troppo.

Garics 6,5: Molto propositivo, come tutti i protagonisti sulle fasce trova difficoltà ma se la cava bene. Che gli attaccanti lo tengano a lezione in settimana: quel colpo di testa nella ripresa non puoi spedirlo sul fondo.

Manfredini 6,5: come sempre un baluardo insuperabile, se la cava molto bene in tante occasioni e l’unico rammarico è il cartellino giallo che lo costringerà a saltare la gara con il Chievo.

Talamonti 6,5: Non ce ne sono di storie, vicino a Manfredini acquista sicurezza ed è decisivo: annulla Maxi Lopez, nel finale di tacco salva Consigli su un colpo di testa molto insidioso.

Bellini 6: Buona gara la sua, mezzo voto in meno per l’espulsione. Il primo giallo è per troppa irruenza, il secondo non ci stava ma doveva e poteva stare più attento.

Ferreira Pinto 6,5: Meriterebbe 8 per quel salvataggio sulla linea, corre per tutta la gara ma non è decisivo come il suo compagno sulla fascia opposta.

Guarente 6,5: Quantità e buona qualità in una gara difficile con gli avversari in superiorità numerica al centro del campo. Lotta e imposta come ai bei tempi, molto bene.

Padoin 6,5 : Come il prezzemolo, lo metti dappertutto e fa sempre la sua figura. Poteva finire terzino, Mutti lo tiene al centro dove svetta insieme a Guarente.

Valdes 7 : Il rischio di affondare nella palude catanese era grosso, risponde ancora una volta alla grande e gioca benissimo fino a quando esigenze di squadra non lo costringono ad uscire. (75’ Peluso sv)

Doni 6,5: Irrinunciabile. Carisma, forza di volontà e palloni mai banali in qualsiasi zona del campo. Una gemma? Il colpo di testa che Andujar toglie dall’incrocio, riguardatevi il movimento e mostratelo a figli e nipoti.

Amoruso 6,5 : Prende a sportellate qualsiasi avversario, lotta come un leone e nella fase iniziale sfiora il super gol. Lavoro oscuro ma determinante, grande acquisto della Dea. (81’Tiribocchi sv).

All.: Mutti 6,5: Prepara una partita gagliarda senza rinunciare alla fantasia e alla corsa sulle fasce. Doni e Amoruso davanti sono fatti per giocare insieme, ottimo punto con il rammarico che potevano essere tre.

Fabio Gennari

Ottima Atalanta, a Catania finisce 0-0

Il salvataggio di Pinto nei primi minuti CATANIA -- Atalanta, missione compiuta. Nel delicatissimo scontro diretto giocato a Catania contro i rossoazzurri ...

Ciclismo: la Tirreno-Adriatico dedicata a Ballerini

La locandina della nuova edizione E' una delle più rinomate corse a tappe, per fascino e tradizione; un moderno “coast ...