iscrizionenewslettergif
Sport

Buona Atalanta in amichevole, grande Primavera al Viareggio

Di Redazione12 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Simone Tiribocchi

Simone Tiribocchi

ZINGONIA — Giovedì importante in casa nerazzurra. Il gruppo guidato da Bortolo Mutti ha superato senza troppe difficoltà la Forza e Costanza, squadra di Martinengo che milita in Promozione, e i segnali in vista della sfida di Catania sono positivi.

Dopo la rete iniziale subita da Bassani, l’Atalanta ha schiantato con 8 gol i biancoazzurri ed è stato ancora una volta protagonista Simone Tiribocchi: sceso in campo nella ripresa, il miglior marcatore stagionale nerazzurro ha timbrato il cartellino per ben tre volte ribadendo la sua candidatura per la sfida salvezza in programma domenica. Le tante assenze hanno tolto un po’ di significato alla gare in prospettiva ma i giocatori risparmiati appaiono tutti recuperabili: Manfredini, Talamonti, Ferreira Pinto, Bellini, De Ascentis e Chevanton si sono mossi comunque sul campo e non ci dovrebbero essere problemi.

Nonostante i tre squilli in amichevole(di Ceravolo, Doni, Amoruso e Radovanovi con una doppietta gli altri gol) e la rete importantissima segnata contro il Bari, Bortolo Mutti sembra aver scelto ancora Doni – Amoruso quale coppia di attaccanti titolari: il rientro di Guarente, il recupero di Padoin e la verve di Valdes dovrebbero garantire un ottimo supporto alla manovra con Ceravolo e Ferreira Pinto a giocarsi l’ultimo posto.

Dietro non dovrebbe cambiare nulla, Volpi e Zanetti andranno in panchina con Diego De Ascentis che sembrava out e invece nutre qualche speranza di recupero: scendere nell’inferno del Massimino con tutti a disposizione e tante scelte da poter fare è sicuramente una bella iniezione di fiducia.

Per una prima squadra che spera di rialzarsi, c’è una Primavera che vola. Nella gara disputata a Viareggio e valevole per l’accesso alle semifinali del famoso torneo internazionale giovanile, i ragazzi di Bonacina superano per 1-0 ai supplementari l’ostico Palermo, Campione d’Italia, e si regalano un penultimo atto contro la Juventus.

Dopo 90′ minuti terminati a reti bianche, bella partita nel secondo tempo con occasioni da ambo le parti ed il Palermo vicino al colpaccio in pieno recupero, ci pensa Gabbiadini al 2′ minuto del primo overtime a spaccare il match: fallo su Monacizzo appena fuori dall’area, punizione calibrata che si infila all’incrocio dei pali e Atalanta in semifinale.

ATALANTA-PALERMO 1-0 d.t.s. (0-0 d.t.r.)
ATALANTA (4-4-2): Rossi 6; Toivomaki 6.5 (7’ st. Monacizzo 6), Colombo 6.5, De Leidi 6.5, Arena  6 (37’ pt. Canzian 5); Villanova 6, Kone 6, Coulibaly 6, Meduri 6.5; Franciosi 6 (32’ st. Crncic 6), Gabbiadini 7. (A disposizione: Facheris, Perico, Gavazzeni, Rota, Mintoti, Pandiani). All. Bonacina 6.5.
PALERMO (4-3-3): Caroppo 6; Siragusa 6, Cappellett 6i, Adamo 6.5, Pergolizzi 6 (15’ st. Pitarresi 6); Corsino 7, Davi  6 (8’ pts. Sposito 6), Temperino 6.5; Laribi 6 (1’ sts. Sorrentino 6), Giovio 6, Mbakogu 5.5. (A disposizione: Di Gregorio, Pellegrini, Bufi, Prestia, Ardizzone). All. Pergolizzi 6.
ARBITRO: Bolano di Livorno 6.
RETI: 2’ pts. Gabbiadini.
NOTE: pomeriggio piovoso e freddo. Spettatori trecento circa. Ammoniti: Mbakogu, Davi, Meduri, Villanova, Gabbiadini. Espulso Pergolizzi, tecnico del Palermo (8’ sts). Angoli: 5-5. Recupero: 1’ pt; 3’ st. In tribuna Novellino, Baldini e Marchioro.

ATALANTA-PALERMO 1-0 d.t.s. (0-0 d.t.r.)

ATALANTA (4-4-2): Rossi; Toivomaki (7’ st. Monacizzo), Colombo, De Leidi, Arena  (37’ pt. Canzian); Villanova, Kone , Coulibaly, Meduri; Franciosi (32’ st. Crncic), Gabbiadini. All. Bonacina.

PALERMO (4-3-3): Caroppo; Siragusa, Cappellett, Adamo, Pergolizzi (15’ st. Pitarresi); Corsino, Davi(8’ pts. Sposito), Temperino; Laribi (1’ sts. Sorrentino), Giovio, Mbakogu.  All. Pergolizzi.

ARBITRO: Bolano di Livorno.

RETI: 2’ pts. Gabbiadini.

Fabio Gennari

Valdes pensa alla squadra: uniti per salvare l’Atalanta

Jaime Valdes ZINGONIA -- Prosegue la marcia di avvicinamento della truppa nerazzurra alla sfida di Catania. Messa ...

Tredici anni dopo, Pisani nel cuore dei tifosi atalantini

Federico Pisani BERGAMO -- Ogni anno arriva il 12 febbraio. Succede sempre. Dal 1997 questa data è ...