iscrizionenewslettergif
Val Cavallina Valle Imagna

Travolti dagli alberi che stavano tagliando: morti due boscaioli

Di Redazione11 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I soccorritori in azione ad Ubiale (foto Mariani)

I soccorritori in azione ad Ubiale (foto Mariani)

UBIALE CLANEZZO — Due episodi dalla dinamica praticamente identica avvenuti a poche ore di distanza a una ventina di chilometri l’uno dall’altro. La sottile linea della sfortuna collega Maurizio Morandi a Giacomo Rota, due boscaioli morti mercoledì mattina travolti dagli alberi che stavano tagliando, il primo a Entratico (in Valcavallina), il secondo a Ubiale Clanezzo (in Valle Imagna).

La prima tragedia è avvenuta nella zona boschiva sopra Entratico. Qui un operaio di 46 anni, Maurizio Morandi, è stato trovato morto sotto un albero che aveva appena tagliato, un’acacia dal fusto alto. A scoprire il corpo senza vita del poveretto è stato un passante che, mercoledì mattina, transitava in via Valle Vena. Secondo le indagini dei Carabinieri di Trescore non si esclude che l’uomo possa essere morto il giorno prima ma, dal momento che viveva solo, nessuno avrebbe denunciato la sua scomparsa.

Sempre nella mattinata di mercoledì, intorno alle 9.30, dall’altra parte della provincia moriva Giacomo Rota. L’uomo – 57 anni – stava tagliando un albero sopra il paese di Ubiale Clanezzo. L’uomo stava facendo legna con la moglie e un amico. Ma durante il taglio, la grossa pianta lo ha investito in maniera fatale. L’uomo è morto sul colpo. Per recuperare il suo corpo è stato necessario l’intervento dell’elicottero. Mentre l’indagine sulla morte è stata affidata ai carabinieri di Almenno San Salvatore.

Torna per seppellire il padre: soffocato dal monossido

L'interno di un'ambulanza BERBENNO -- Abitava da tempo in Francia dove lavorava come saldatore. Là aveva una famiglia ...

Rubavano negli spogliatoi durante gli allenamenti: tre denunciati

I tre rubavano negli spogliatoi TRESCORE -- Alla fine dell'allenamento, i giocatori rientravano negli spogliatoi e - regolarmente - gli ...