iscrizionenewslettergif
Poesie

“Il principe” di Hermann Hesse

Di Redazione10 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Volevamo costruire assieme
una casa bella e tutta nostra
alta come un castello
per guardare oltre i fiumi e i prati
su boschi silenti.

Tutto volevamo disimparare
ciò che era piccolo e brutto,
volevamo decorare con canti di gioia
vicinanze e lontananze,
le corone di felicità nei capelli.

Ora ho costruito un castello
su un’estrema e silenziosa altura;
la mia nostalgia sta là e guarda
fin alla noia, ed il giorno si fa grigio
– principessa, dove sei rimasta?

Ora affido a tutti i venti
i miei canti arditi.
Loro devono cercarti e trovarti
e svelarti il dolore
di cui soffre il mio cuore.

Devono anche raccontarti
di una seducente infinita felicità,
devono baciarti e tormentarti
e devono rubarti il sonno –
principessa, quando tornerai?

“Nella sua fiamma mortale” di Pablo Neruda

crepuscoloNella sua fiamma mortale la luce ti avvolge, assorta, pallida, dolente, così disposta contro le vecchie eliche ...

“Mare nero” di Mark Strand

mareneroUna notte chiara, mentre gli altri dormivano, ho salito le scale fino al tetto della casa ...