iscrizionenewslettergif
Salute

L’insonnia mette a rischio il cervello

Di Redazione9 febbraio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'insonnia mette a rischio il cervello

L'insonnia mette a rischio il cervello

L’ insonnia cronica può comportare una riduzione dell’area del cervello coinvolta nella memoria. E’ quanto emerge da uno studio pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry e realizzato da Ellemarije Altena del gruppo di ricerca Eus Van der werf.

Grazie a un innovativo metodo di indagine i ricercatori hanno scoperto chei soggetti colpiti che soffrono di insonnia cronica hanno meno materia grigia nella parte frontale del cervello. Finora questa condizione era legata a pazienti affetti da gravi stress, mentre questa scoperta pone l’attenzione sul ruolo dell’ insonnia  che potrebbe anche dar luogo a disturbi psichiatrici.

L’insonnia è un disturbo molto diffuso. Gli italiani che ne soffrono oscillano tra i 12 e i 15 milioni, e le donne sono il 70 per cento.  Stando a recenti statistiche il 56 per cento degli insonni d’Italia non si cura. Se i disturbi del sonno si prolungano, anche la memoria – sia quella recente, di fissazione, che quella di rievocazione – finisce per risentirne: il sonno ha infatti un ruolo nel meccanismo con cui il cervello immagazzina e richiama i ricordi.

Un bimbo? “Pensiamoci prima”

Il momento magico del test di gravidanza Vari e sempre più diffusi sono i problemi legati alla riproduzione. Dalla difficoltà a concepire ...

Psicologia: il terrore delle donne? La depressione

La depressione è il terrore delle donne Temuta più di un tumore. Per un'italiana su due la depressione spaventa più di un ...