iscrizionenewslettergif
Sport

Valdes unica luce, male Bellini e Chevanton

Di Redazione31 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Chevanton in campo a Marassi (foto Mariani)

Chevanton in campo a Marassi (foto Mariani)

GENOVA — La prestazione generale è sufficiente, per salvarsi vista la situazione in classifica però non basta: serve qualcosa in più da parte di tutti e soprattutto gli errori vanno evitati. Questa volta tocca a Bellini e Chevanton, bene Valdes e Amoruso all’esordio.

Consigli 6: in occasione del primo gol Bellini rinvia dal limite dell’area piccola, lui poteva anche anticipare l’uscita. Prima risponde alla grande a Pazzini, dopo è chiamato solo a lavoro di ordinaria amministrazione.

Garics 6: una gara normale, nessun avversario dalla sua parte spinge particolarmente e lui si limita al compitino alle spalle di Ferreira Pinto: può fare meglio, deve fare meglio.

Talamonti 5,5: Pazzini, in queste condizioni, è immarcabile. Cerca di contenerlo come può e non se la cava nemmeno male ma appena interviene con un pizzico di ritardo l’attaccante toscano infila il 2-0. Nel finale stacca bene ma spedisce alto un calcio d’angolo di Valdes.

Manfredini 6: l’attaccante della Sampdoria meno pericoloso è Pozzi, il biondo centrale di Mutti lo controlla senza grossi affanni e nel complesso la sua prova è sufficiente.

Bellini 4,5: grinta, cuore e generosità questa volta non bastano. Buco su Mannini, respinta di testa sul cross da cui scaturisce la rete di Palombo che è un errore grossolano: mai rinviare centralmente. Il contrasto con Semioli allo scadere del primo tempo il vero Bellini non lo perde mai: peccato, sbaglia nei momenti importanti.

Ferreira Pinto 5: Il suo motore viaggia a ritmi ridotti, non è ancora il vecchio treno della fascia destra. Punge pochissimo, l’unica volta che riesce a proporsi Storari si supera respingendo il suo diagonale: urge ritorno immediato. (29′ st Ceravolo sv)

Zanetti 5,5: in campo a sorpresa dal primo minuto, lavora nell’ombra cercando di dare quantità alla squadra vicino a Guarente. Esce all’intervallo con il risultato già compromesso. (46′ Valdes 6,5: Il suo ingresso, come già successo la settimana precedente, permette di cambiare marcia all’attacco atalantino: le due occasioni di Chevanton partono dai suoi piedi, non si poteva inserire dall’inizio?)

Guarente 6: Prestazione discreta, corsa molto buona e giocate spesso condizionate da un terreno di gioco imbarazzante. La punizione sulla testa di Amoruso verso la fine dimostra un piede sempre caldo, il cartellino che gli costa la squalifica si poteva evitare.

Padoin 6: primo tempo esterno, poi spostato al centro. Difficile muovergli appunti, il suo standard è come sempre buono anche se non riesce a cambiare quasi mai velocità creando superiorità numerica. L’assist per Ferreira Pinto nel primo tempo è suo, bravo a respingere sulla riga un colpo di testa di Pazzini

Chevanton 5: grinta e voglia non gli mancano, è stato comprato per fare gol e purtroppo nelle due occasioni più importanti della ripresa ha sbagliato clamorosamente: prima di testa e poi di destro doveva metterla in rete.

Tiribocchi 5: si muove come sempre spalle alla porta, Chevanton però non è come Doni e quindi ci sono normali difficoltà nell’intesa. Nessuna conclusione davvero pericolosa, il cambio con Amoruso potrebbe non essere l’ultimo. (19′ st Amoruso 6: due giorni prima si allenava a Parma, ora lotta per l’Atalanta: ci mette un attimo ad entrare in gioco, senza Storari avrebbe bagnato l’esordio con un gol).

All. Mutti 5,5: Per la seconda volta consecutiva sceglie Zanetti al centro e lascia fuori Valdes. Cambia il portiere ma chiude ancora il primo tempo sotto di due gol: non si poteva osare di più dal primo minuto? Certo, se davanti non segnano non è colpa sua.

Fabio Gennari

L’Atalanta perde 2-0 sul terreno della Samp

Atalanta di nuovo sconfitta (foto Mariani) GENOVA -- Seconda trasferta consecutiva a Marassi, seconda sconfitta. Stesso punteggio, 2-0 per i liguri. ...

Gli ultras sono anche questo: grandi emozioni per Francesco a Brentonico

Lo striscione esposto ad agosto per il piccolo Francesco BRENTONICO, Trento -- Gesti semplici, emozioni forti. Nessun errore di battitura, l'ultima notizia a tinte ...