iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

L’Atalanta perde 2-0 sul terreno della Samp

Di Redazione31 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Atalanta di nuovo sconfitta (foto Mariani)

Atalanta di nuovo sconfitta (foto Mariani)

GENOVA — Seconda trasferta consecutiva a Marassi, seconda sconfitta. Stesso punteggio, 2-0 per i liguri. Dopo quelli rossoblù, sorridono anche i sostenitori doriani che avevano iniziato la partita fischiando sonoramente Del Neri per la querelle Cassano e alla fine si sono trovati per le mani un successo importante firmato da Palombo e Pazzini.

L’Atalanta perde, in questa stagione è la tredicesima volta che succede, e rimane sul penultimo gradino della classifica: mancano ancora tante partite ma chiudere il campionato avendo perso oltre un terzo delle gare a disposizione certifica ogni difficoltà.

Risultato a parte, unico vero giudice dei novanta minuti, la prestazione degli uomini di Mutti è stata sufficiente ma ci sono due assunti che non devono mai mancare per puntare al successo: i gol vanno fatti quando ci sono le occasioni e chi ne subisce meno di solito sorride.

Dopo una gran zuccata di Pazzini alzata in angolo dal rientrante Consigli al 23′ ed un salvataggio sulla linea di Padoin, Ferreira Pinto spreca di destro un’occasione colossale poco dopo la mezz’ora trovando sulla sua strada un grande Storari. La Sampdoria non combina chissà cosa eppure pesca il jolly al 37′ grazie a capitan Palombo che taglia l’area con un destro poderoso: l’Atalanta vacilla, Guarente becca il giallo che gli costerà la squalifica contro il Bari e quando tutti pensano al thè caldo arriva il 2-0 di Pazzini.

In occasione del raddoppio i nerazzurri protestano per un contrasto tra Semioli e Bellini, qualche dubbio rimane ma la sensazione è che la decisione sia giusta: il capitano atalantino poteva proteggere meglio l’uscita del pallone. Valdes per Zanetti all’inizio della ripresa è la mossa di Mutti, il cileno al 48′ cerca subito di farsi vedere con un sinistro impreciso e subito dopo si trasforma in assist-man: al 62′ cross perfetto per Chevanton che solo in area non riesce ad insaccare di testa, al 66′ fendente verticale di 30 metri ancora per l”uruguaiano abile a fuggire dopo lo svarione di Rossi ma incapace di trafiggere Storari in uscita.

La Sampdoria controlla senza grandi problemi le iniziative atalantine, il nuovo arrivato Amoruso (entrato per Tiribocchi) si fa notare all’83 con una bella torsione di testa respinta in tuffo da Storari prima dell’ultimo tentativo firmato Chevanton su calcio di punizione.

Dopo cinque minuti di recupero arriva la seconda sconfitta consecutiva per l’Atalanta: dopo il successo casalingo contro la Lazio è arrivato un pareggio in tre partite lontano da Bergamo, speriamo che il prossimo turno al Comunale contro il Bari dia un po’ di ossigeno ad una classifica preoccupante.

Sampdoria – Atalanta 2-0

Reti: 37′ Palombo(S), 45′ Pazzini(S)

Sampdoria: Storari, Lucchini, Zauri, Rossi, Ziegler (80′ Padalino), Semioli, Palombo, Tissone (60′ Poli), Mannini (71′ Accardi), Pazzini, Pozzi. All. Del Neri.

Atalanta: Consigli, Garics, Talamonti, Manfredini, Bellini, Ferreira Pinto (74′ Ceravolo), Zanetti (46′ Valdes), Guarente, Padoin, Chevanton, Tiribocchi (64′ Amoruso). All. Mutti.

Arbitro: Celi

Fabio Gennari

Tennistavolo: salvezza per l’Olimpia over 40

Eugenio Burini BERGAMO -- Fermi tutti i campionati, il weekend del tennistavolo bergamasco è stato incentrato sull'ultimo ...

Valdes unica luce, male Bellini e Chevanton

Chevanton in campo a Marassi (foto Mariani) GENOVA -- La prestazione generale è sufficiente, per salvarsi vista la situazione in classifica però ...