iscrizionenewslettergif
Bergamo

La “banda del rame” fa sparire i cavi della circonvallazione

Di Redazione27 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il rame è diventato un lucroso affare

Il rame è diventato un lucroso affare

MONTEROSSO — Se non stiamo attenti fra poco ci rubano anche i pantaloni. Pare che nell’antica arte del furto, in cui sono molti gli specializzati, l’ultima moda sia quella di far razzia di rame. Dopo i ripetuti episodi in provincia, nelle ultime settimane è la zona di Valtesse-Monterosso ad essere presa di mira da una banda molto ben organizzata di furfanti.

Settimana scorsa sono spariti 250 metri di cavi elettrici dalla pista ciclabile «Greenway» del Morla in via Baioni. Sabato e domenica notte invece è toccato a 500 metri di cavi sulla Circonvallazione Fabriciano, che dalla rotatoria di Monterosso porta a Valtesse, mentre altri 300 metri sono stati rubati sulla pista ciclopedonale che da viale Giulio Cesare porta al parco Goisis.

Negli ultimi mesi il prezzo del rame, in virtù della crisi internazionale, è cresciuto del 250 per cento. Evidentemente, un lucroso affare per organizzazioni in grado di razziare cavi di una certa dimensione e rivendere la materia prima, magari all’estero. Risultato a Bergamo: due piste ciclabili al buio, 8 lampioni inattivi da una parte e una decina dall’altra, guasti agli impianti elettrici. Lo stesso vale per la circonvallazione Fabriciano con 20 punti luminosi spenti e non più funzionanti. Un danno da 30mila euro. E i bergamaschi pagano…

Giornata della Memoria, tutte le iniziative di oggi

Oggi è la Giornata della Memoria BERGAMO -- Oggi è la giornata della Memoria, per ricordare uno degli eventi più mostruosi ...

Una pista ciclabile accanto al percorso del tram

Il bike sharing BERGAMO -- “Voglio sfatare il mito che questa amministrazione è contraria alle piste ciclabili. Le ...