iscrizionenewslettergif
Politica

Crisi economica in Bergamasca: la Lega bussa alla porta dei ministri

Di Redazione25 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I deputati della Lega hanno presentato 4 interrogazioni parlamentari sulla crisi

I deputati della Lega hanno presentato 4 interrogazioni parlamentari sulla crisi

ROMA — Far sentire la voce dell’economia bergamasca, in forte crisi, in parlamento e in questo modo trovare soluzioni insieme ai ministri competenti. E’ questo l’obiettivo della raffica di interrogazioni parlamentari presentate dai deputati della Lega Nord nei giorni scorsi a Montecitorio. Nei documenti, firmati da Giacomo Stucchi, Nunziante Consiglio, Ettore Pirovano e Pierguido Vanalli, i parlamentari della Lega chiedono l’intervento immediato dei ministri dell’Economia, del Lavoro e dello Sviluppo Economico a tutela dei settori produttivi della nostra economia fortemente penalizzati dalla crisi internazionale.

GTS di Torre Boldone: metà dei dipendenti in esubero. Phoenix di Verdello: 80 in cassa integrazione. Donora di Cortenuova: 160 erano in cassa, dal 1 gennaio non hanno più neanche quella. Bianchi di Treviglio che comincia i licenziamenti. Sono le aziende al centro delle interrogazioni che i deputati della Lega hanno messo sul tavolo di Tremonti, Scajola e Sacconi.

I leghisti chiedono ai ministri di invitare le aziende a sfruttare tutti gli ammortizzatori sociali possibili e presentare piani industriali che garantiscano il futuro occupazionale dei lavoratori, evitando così il tracollo dell’economia bergamasca con pesantissime ripercussioni anche a livello sociale.

Regionali, sondaggio: Formigoni al 63 per cento, vola la Lega Nord

Roberto Formigoni e Silvio Berlusconi MILANO -- E' ancora Roberto Formigoni il grande favorito alla carica di governatore della Regione ...

Pdl: insediato il nuovo direttivo di Treviglio

Il nuovo direttivo del Pdl di Treviglio TREVIGLIO -- Si è insediato ufficialmente il nuovo coordinamento del Popolo della Libertà di Treviglio. ...