iscrizionenewslettergif
Sport

Bene Manfredini e Chevanton, Talamonti sbaglia troppo

Di Redazione24 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Talamonti e Manfredini a Genova (foto Mariani)

Talamonti e Manfredini a Genova (foto Mariani)

GENOVA — Manfredini una sicurezza, Chevanton l’innesto che regala brillantezza. Nel gruppo atalantino che cede al Genoa sono questi i due migliori in campo: per il resto qualche sufficienza ed una giornata storta per Talamonti, Tiribocchi e l’esordiente Zanetti.

Coppola 5,5: L’errore sul primo gol è grave, come troppo spesso gli è capitato è rimasto a metà strada sull’uscita facendosi infilare da Palacio. Incolpevole sul raddoppio, nel finale salva almeno tre volte la goleada con Suazo in campo aperto.

Capelli 5,5: Mutti lo sceglie con la chiara intenzione di dare copertura a Ferreira Pinto. Soffre la verve degli avanti genoani, grinta e generosità non gli mancano ma è poco propositivo ed esce all’inizio della ripresa. (52′ Valdes 6: Entra e inizia a correre ovunque per reclamare palloni giocabili. Si fa servire, punta spesso il diretto avversario e qualche volta lo supera: insieme a Chevanton, palla a terra, costruisce le migliori trame nerazzurre)

Manfredini 6,5: Alla seconda partita in tre giorni, conferma di essere pienamente recuperato. Sicuro nelle chiusure, attento e preciso nei movimenti difensivi si conferma l’uomo chiave del pacchetto arretrato atalantino.

Talamonti 5: Meno sicuro di altre volte, sbaglia il rilancio per Ferreira Pinto che avvia l’azione dell’1-0 in cui si fa sorprendere fuori posizione. Crespo quando segna il 2-0 lo sovrasta, il miglior Talamonti avrebbe contrastato l’attaccante vincendo il duello.

Bellini 6: Termina la partita sfinito, la lotta sugli esterni è stata incredibile e nonostante la grande spinta del Genoa insieme a Padoin combatte bene.

Ferreira Pinto 5,5: Fisicamente è apposto, ovviamente la brillantezza non può essere ancora quella dei giorni migliori e dopo la grande partita contro la Lazio sono prevedibili prestazioni sottotono. Adesso riposo e poi di nuovo al lavoro: il miglior Pinto a questa squadra serve come il pane.

Guarente 6: Difficile valutare la sua prova. Nel primo tempo deve fare doppio lavoro per aiutare l’esordiente Zanetti, quando Mutti gli affianca Doni aumenta la quantità ma paga qualcosa nella misura dei passaggi. Passo indietro rispetto a Bologna, prova comunque sufficiente.

Zanetti 5: Arrivato da pochi giorni, finisce in campo praticamente non conoscendo i compagni e si vede. Difficile fare meglio, sbaglia parecchio e non incide mai. (52′ Chevanton 6,5: Prende un’ammonizione evitabile, per il resto regala agli appassionati bergamaschi le conclusioni più pericolose della gara sfiorando il gol in un paio di occasioni: tra 7 giorni le luci della ribalta saranno tutte per lui)

Padoin 6: Esterno sinistro prima, terzino destro poi si applica come al solito confermandosi una certezza per l’allenatore. Nessuno squillo particolare, tanta sostanza al servizio della squadra.

Doni 6: Chiedergli di più è impossibile. Terza partita da titolare in una settimana, normale che sia un po’ sulle gambe: prende un giallo per proteste ma sarà meglio averlo in casa con il Bari piuttosto che domenica prossima. Ancora una volta ha finito come regista, se la cava abbastanza bene.

Tiribocchi 5: In questo momento l’Atalanta ha due problemi. Lui è l’unico attaccante in grado di agire da boa ed in questo momento non ha la brillantezza dei giorni migliori: serve qualcuno per dargli un po’ di respiro, se torna in forma sarà ancora prezioso. (63′ Acquafresca 5: Entra e nessuno se ne accorge, gira a vuoto e l’unica conclusione verso Amelia è un sinistro talmente fiacco che difficilmente si può annotare come occasione da rete)

All. Mutti 6,5: Qualcuno potrebbe contestargli l’utilizzo prolungato dei soliti uomini, se lo ha fatto è perchè questi sono i migliori a disposizione per tentare la scalata salvezza. I cambi sono ancora una volta giusti, unico appunto la scelta di Zanetti: se Osti in conferenza stampa ricorda che nel gruppo c’è anche Caserta, perchè non provarlo dal primo minuto?

Fabio Gennari

Atalanta, Liguria amara: il Genoa vince 2-0

Simone Padoin(foto Mariani) GENOVA -- L'impresa non è arrivata. L'Atalanta chiude il ciclo terribile con la prima trasferta ...

Tennistavolo: l’Olimpia aspetta il big match

Da sinistra: Medolago, Bonazzi, Persico, Quaglia BERGAMO -- Il match di Cortemaggiore in B2 non tradisce le aspettative dell'Olimpia Agnelli. Gualtiero ...