iscrizionenewslettergif
Politica

Lega e centrodestra: spostare il monumento ai Caduti sul lavoro

Di Redazione20 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica

BERGAMO — Spostare il monumento ai Caduti sul lavoro in una zona centrale della città, possibilmente in piazza della Repubblica o in piazzale Marconi. E’ il contenuto di un ordine del giorno presentato ieri in consiglio comunale dalla Lega e dal centrodestra, firmato da Daniele Belotti, Giuseppe Petralia e Davide De Rosa.

“Premesso che in via Betty Ambiveri, nell’area verde a ridosso della circonvallazione, si trova il monumento dedicato ai Caduti sul lavoro – si legge nel documento – tale monumento, opera dell’artista bergamasco Tomaso Pizio, è stato inaugurato nel 1989. E constatato che i giardinetti pubblici di via Furietti/Ambiveri, sono da tempo in uno stato di degrado, pieni di sporcizia e abituale ritrovo per spacciatori, tossicodipendenti e balordi vari; nella cultura dei bergamaschi il valore del lavoro ha una grandissima considerazione; a più livelli è in atto una campagna di sensibilizzazione, con varie iniziative, riguardo alla prevenzione sugli incidenti sul lavoro; la nostra provincia, purtroppo, vanta decine morti e migliaia di incidenti, più o meno gravi, sul lavoro”.

“Preso atto che nei giorni scorsi, l’Associazione Invalidi e Mutilati del Lavoro di Bergamo ha richiesto al sindaco e all’assessore alle Politiche Sociali il trasferimento del monumento di Tomaso Pizio in un luogo più consono – prosegue l’ordine del giorno – in particolare l’Anmil propone di prevedere il monumento all’interno del rifacimento di piazzale Marconi o in altra area centrale della città; a supporto della richiesta dell’Anmil viene evidenziato il fatto che “in Piazzale Marconi, essendo un’area frequentata da molti studenti e lavoratori provenienti da tutta la provincia, il Monumento realizzato per ricordare il drammatico fenomeno delle morti bianche sarebbe anche un’esortazione a preservare in modo più efficace la salute e la vita dei lavoratori ed avrebbe una maggiore visibilità”.

“Considerato che anche piazzale della Repubblica, con le sue aiuole, potrebbe essere una sede idonea visto che si trovano nelle immediate vicinanze le sedi dell’Inps, dell’Inail e della Camera di commercio, palazzi simbolo del lavoro, questo “trasloco” valorizzerebbe il monumento e al tempo stesso il ricordo dei caduti sul lavoro, e potrebbe dare anche un elemento migliorativo di arredo urbano”.

Per tutti questi motivi “il Consiglio Comunale impegna il sindaco e la giunta a prevedere il trasferimento del monumento ai Caduti sul lavoro sito in via Ambiveri in una zona più adeguata, possibilmente nei giardini di piazzale della Repubblica o all’interno della sistemazione di piazzale Marconi, al fine di dare il giusto merito al mondo professionale bergamasco”.

Gelmini, a un orfonatrofio i regali del matrimonio

Maria Stella Gelmini SIRMIONE -- Saranno devoluti a un orfanotrofio di Addis Abeda i proventi e i regali ...

Passa al Senato il “processo breve”. Berlusconi: sinistra intellettualmente disonesta

Alfano e Berlusconi ROMA -- Il Senato ha approvato il ddl che istituisce il cosiddetto "processo breve", tra ...