iscrizionenewslettergif
Sport

Guarente e Padoin grandiosi, primo goal di Chevanton

Di Redazione20 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Padoin, Chevanton e Doni (foto Mariani)

Padoin, Chevanton e Doni (foto Mariani)

BOLOGNA — Chevanton? Troppo facile. La palma del migliore in campo stavolta è da dividere in due, una conferma ed una piacevolissima sorpresa: Simone Padoin e Tiberio Guarente sono i leoni del Dall’ara. Tutti molto bene, Doni solito leader e Cheva-gol moto perpetuo.

Coppola 6: Sul primo gol poteva forse fare qualcosa in più, non sull’intervento ma sulla posizione di partenza: sicuramente più bravo Di Vaio che in errore lui. Per il resto ordinaria amministrazione, sicuro nelle uscite e mai davvero chiamato in causa.

Garics 6: Media aritmetica tra il 5 del primo tempo e il 7 del secondo. La rete del 2-0 nasce da un suo errore a metà campo, in generale piace poco nella fase iniziale. Dopo l’errore si mette apposto e finisce in crescendo, con un pizzico di egoismo poteva anche segnare nel finale.

Talamonti 6,5: Altra ottima prestazione del leone argentino. Gioca di forza contro chiunque, spesso in anticipo e comunque sempre presente: sul 2-0 Di Vaio non doveva tenerlo lui, la copertura della zona centrale era corretta visto che De Ascentis era in ritardo e Garics assente sul palo lungo.

Manfredini 7: Stesso discorso fatto per Talamonti, mezzo voto in più per lo stacco imperioso che tiene in corsa l’Atalanta. Era in dubbio, ha giocato novanta minuti sui suoi livelli: con Capelli e Peluso in panchina la tribuna di Bianco è naturale.

Bellini 7: Domanda spontanea e legittima. Qualcuno lo ha studiato? Dove ha i polmoni aggiuntivi? Corre come un ossesso, spinge sempre anche dopo l’ingresso di Ceravolo. Ha un cuore enorme, la sua prestazione è ancora da applausi.

Ferreira Pinto 6: Prestazione normale di un giocatore finalmente recuperato. Non deve prendersela né per il cambio né per le gambe che magari girano ancora a scartamento ridotto: è un punto di forza di questa squadra, con il tempo anche la condizione migliorerà. (57′ Chevanton 7: Atleticamente non è apposto ma ha addosso una voglia che mangerebbe l’erba. Alla prima palla utile mette la palla all’incrocio, nel finale palla a terra prova a innescare i compagni e anche di testa si fa valere)

De Ascentis 6: Non è al meglio e si vede, non si tira mai indietro e anche questo si vede. Mastino irrinunciabile, soldatino affidabile e perennemente in movimento: esce nell’intervallo ma domenica ci sarà. (46′ Ceravolo 6: Un paio di volte sbaglia il cross decisivo, imbeccato da Guarente conclude con troppa fretta senza trovare la porta)

Guarente 7,5: Finalmente, il migliore in campo. Non è il solo, si divide il titolo con Padoin, ma finalmente è tornato lui. Dinamico, propositivo, preciso e determinante: l’angolo che Manfredini insacca è suo, gioca un’infinità di palloni e moltissimi davvero bene.

Padoin 7,5: Nessuno si scandalizzi: se continua su questi livelli, merita la Nazionale. Non è esagerata la valutazione, casomai possiamo dirlo delle sue prove: esterno, interno o terzino non c’è differenza perchè è sempre uno dei migliori.

Doni 7: E’ in un momento strepitoso, stavolta non segna ma distribuisce calcio per i compagni. Qualcuno pensa sia esagerato il voto? Riguardate bene tutte le azioni importanti, analizzate il secondo tempo da regista e sarà tutto più chiaro: la salvezza della Dea passa dal nostro capitano.

Tiribocchi 6,5: Lavoro oscuro ma prezioso. Sta imparando a fare il Floccari, viene incontro e difende palla, ovviamente pagando qualcosa in fase di conclusione. Adesso comunque è insostituibile, li davanti non c’è nessuno che può fare il suo lavoro.(76′ Acquafresca sv)

All. Mutti 7: Schiera la miglior Atalanta possibile, vecchio stile. interviene con i cambi quando capisce che il Bologna pensa solo a difendersi e indovina la mossa, nel finale Tiribocchi è stanco e mette Acquafresca. In mezzo a tutto questo c’è una partecipazione sincera alla partita, sente suoi questi colori e lo vedono tutti: avanti Lino, così si va lontano.

Fabio Gennari

Grande Atalanta: a Bologna finisce 2-2 in rimonta

La rete di Manfredini (foto Mariani) BOLOGNA -- Ragazzi, che Atalanta! Nel recupero della diciassettesima giornata di campionato, rinviata per neve ...

Atalanta, Chevanton punta in alto: voglio salvezza e Mondiale

Chevanton e Doni dopo il 2-2 di Bologna (foto Mariani) ZINGONIA -- Piccolo, magro e pure indifeso? Esattamente il contrario. Ernesto Chevanton non sarà un ...