iscrizionenewslettergif
Politica

Intesa raggiunta: la Provincia di Bergamo entra nell’Expo

Di Redazione19 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente della Provincia Ettore Pirovano e il sindaco di Milano Letizia Moratti

Il presidente della Provincia Ettore Pirovano e il sindaco di Milano Letizia Moratti

MILANO — Un accordo di grande portata, destinato a fare entrare la nostra provincia e l’economia bergamasca nel prestigioso circuito dell’Expo. E’ stato firmato ieri a Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, il protocollo d’intesa tra Provincia di Bergamo, Expo 2015 e il Commissario straordinario del Governo per Expo.

Firmatari del documento, il presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano, l’assessore provinciale alle Grandi infrastrutture, Pianificazione territoriale ed Expo Silvia Lanzani, l’amministratore delegato di Expo 2015 spa Lucio Stanca e il Commissario straordinario del Governo per Expo 2015 Letizia Moratti.

Il documento porta la Provincia di Bergamo dentro la macchina organizzativa dell’Esposizione universale che si terrà a Milano dal 1° maggio al 31 ottobre del 2015. In particolare via Tasso si impegna a collaborare con Milano per la progettazione congiunta di tutta una serie di attività legate alla promozione del territorio e dell’evento stesso, e a convocare il tavolo operativo già costituito dalla Giunta lo scorso ottobre per riunire tutte le eccellenze che siano utili e funzionali al progetto Expo.

“La Provincia di Bergamo giocherà un ruolo strategico nella buona riuscita di Expo – ha spiegato il presidente Pirovano -. Rappresentiamo un polo territoriale strategico dal punto di vista del patrimonio storico, artistico e culturale, delle risorse ambientali e paesaggistiche e della capacità di attirare i turisti. Ma soprattutto Bergamo si inserisce perfettamente nel tema scelto per Expo 2015, potendo vantare punte di eccellenza nella produzione agroalimentare, che si sviluppa in modo differenziato viste le caratteristiche del territorio provinciale: dalle produzioni tipiche delle Valli alla Pianura dove sono presenti la zootecnia, con l’allevamento e la produzione di latte, e le coltivazioni agricole”.

“Siamo tra le prime province a essere coinvolte – ha aggiunto l’assessore Lanzani – e dobbiamo lavorare perché questa opportunità dia il massimo della visibilità a tutto il nostro territorio. L’occasione dovrà essere sfruttata da Bergamo soprattutto per fare promozione del territorio, magari di quelle zone meno conosciute. Il tema di Expo, l’alimentazione, si presta molto bene vista l’importanza della nostra enogastronomia”.

Da sinistra, la Moratti, Lucio Stanca e l'assessore provinciale all'Expo Silvia Lanzani

Da sinistra, la Moratti, Lucio Stanca e l'assessore provinciale all'Expo Silvia Lanzani

“Questo accordo è il frutto di una stretta collaborazione tra Milano e la Provincia di Bergamo. L’Esposizione universale che Milano ospiterà nel 2015 sarà un’occasione straordinaria per promuovere ulteriormente questa affinità e questa collaborazione – ha detto la Moratti -. La Provincia di Bergamo, strategica per contiguità territoriale con il sito dell’evento, ricopre un ruolo nodale nel contesto del trasporto italiano, dovuto in particolare alla presenza dell’aeroporto di Orio al Serio e di una rete infrastrutturale della mobilità strategica, sia per le connessioni viabilistiche e ferroviarie, in esercizio e di prossima realizzazione”.

“La firma di oggi – ha aggiunto Stanca – testimonia la volontà di consolidare il rapporto tra l’Expo e il territorio, raccogliendone le proposte e valorizzandone le ricchezze. Il documento siglato oggi porterà ad un duplice risultato: da un lato la disponibilità delle infrastrutture e delle strutture ricettive bergamasche per l’accoglienza dei visitatori dell’esposizione universale, dall’altro la valorizzazione delle eccellenze e del sistema produttivo bergamasco nella dimensione internazionale dell’Expo. Le tradizioni e le ricchezze culturali della città di Bergamo concorreranno a rendere migliore l’Expo del 2015. L’attivazione di iniziative per la progettazione congiunta valorizzerà l’economia del territorio e la capacità attrattiva dell’intero sistema Paese”.

Sicurezza e accattonaggio: se l’assessore non può agire lo si cancelli

Un venditore abusivo al mercato dello Stadio Si è fatto un gran parlare in questi giorni delle multe emesse dalla Polizia locale ...

Nuove Brigate Rosse: due arresti. Maroni: attenzione altissima

Manolo Morlacchi, figlio di Pietro Morlacchi, è stato arrestato MILANO -- Con un blitz in piena regola lunedì mattina la Sezione Antiterrorismo della Digos ...