iscrizionenewslettergif
Politica

Berlusconi-Fini: patto per le Regionali

Di Redazione14 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi

Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi

ROMA — Sono stati faccia a faccia per due ore, in un incontro a Montecitorio per superare «le incomprensioni e preparare la linea politica in vista delle Regionali. Pare tornato il sereno sul centrodestra: Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini hanno siglato patto che l’impegna a una maggiore  “concertazione”. Lo ha detto  il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, che era presente al pranzo tra i due leader.

L’impegno siglato dal premier e dal presidente della Camera vale “non solo sugli aspetti del partito, ma anche sulle iniziative di governo e per quello che riguarda l’attività parlamentare” ha precisato La Russa. “Fini e Berlusconi non hanno nascosto l’esistenza di problemi – aggiunge il ministro – sviluppando un ragionamento su un piano di cordialità, ma senza nascondersi. Credo si sia trovato il modo per ovviare ai problemi, alle questioni o, come preferisco chiamarli io e non loro, le incomprensioni”.

Tra i temi dell’incontro, anche la linea delle “alleanze variabili” seguita dall’Udc alle regionali.”Fini e Berlusconi sono concordi nel contestare la linea dell’Udc, la politica del doppio forno per noi è inaccettabile”. E dunque? I pareri sono diversi sulle conseguenze che Fini e Berlusconi fanno discendere da questa considerazione. “0La questione è rimasta aperta”, dice La Russa. Berlusconi è stato netto, “mentre Fini è stato meno drastico”.

Il ministro Calderoli a Bergamo

Roberto Calderoli BERGAMO -- Il senatore bergamasco Roberto Calderoli, ministro per la Semplificazione Normativa e coordinatore delle ...

Triumph: interrogazione parlamentare del PD

Il parlamento ROMA-- Con un'interrogazione parlamentare i deputati bergamaschi del Pd Antonio Misiani e Giovanni Sanga hanno ...