iscrizionenewslettergif
Politica

I cosmetici tossici cinesi finiscono in Parlamento

Di Redazione13 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il parlamento

Il parlamento

ROMA — I parlamentari bergamaschi della Lega Stucchi, Vanalli, Pirovano e Consiglio hanno presentato un’interrogazione parlamentare ai ministri dello Sviluppo Economico, dell’Economia e del Lavoro in merito alla vicenda delle migliaia di cosmetici tossici sequestrati ieri dai Carabinieri nei negozi di Bergamo e provincia.

“Nei giorni scorsi – si legge nel documento firmato da Giacomo Stucchi, Pierguido Vanalli, Ettore Pirovano e Nunziante Consiglio – sono stati sequestrati dai Carabinieri di Bergamo seimila cosmetici contenenti metalli pesanti in concentrazioni molto elevate e dannose per l’organismo, in diversi negozi cinesi della città e della provincia orobica. Il sequestro a scopo preventivo riguarda prodotti con marchio Riveel importati direttamente dalla Cina da due imprenditori cinesi di Milano, che erano stati già indagati per lo stesso reato nel dicembre 2009, quando in tutto il Paese vennero sequestrati 6 milioni di cosmetici”.

I parlamentari chiedono a Scajola, Tremonti e Sacconi di adottare tutte le misure necessarie per la tutela dei consumatori bergamaschi e invitano i ministri “ad attivarsi, anche tramite l’ausilio delle Forze dell’Ordine competenti, affinché vengano adottate altre iniziative volte a salvaguardare la salute dei consumatori, che spesso si ritrovano ad essere vittime inconsapevoli di commercianti senza scrupoli”.

Maroni: applicare integralmente la Legge Bossi-Fini

Roberto Maroni ROMA-- I disordini avvenuti a Rosarno "trovano fondamento tra le tensioni locali. Una situazione che ...

Bossi: nei paesi islamici i cristiani li “fanno fuori”

Il leader della Lega Umberto Bossi ROMA -- Monta la polemica sui fatti di Rosarno. Ieri l'Egitto ha protestato e criticato ...