iscrizionenewslettergif
Bergamo

Maxisequestro di cosmetici tossici nei negozi cinesi

Di Redazione12 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I Nas dei carabinieri

I Nas dei carabinieri

BERGAMO — Maxisequestro di cosmetici tossici da parte dei Carabinieri di Bergamo. Circa 6000 tra rossetti, mascara, smalti per unghie e creme sono stati ritirati dal mercato in diversi negozi cinesi di città e provincia.

Secondo quanto trapelato, i prodotti contengono metalli pesanti in concentrazioni molto elevate e dannose per la salute umana. Nel campione di un prodotto è stata trovata persino una percentuale di piombo duemila volte superiore a quella consentita dalla normativa europea.

Il sequestro riguarda prodotti con marchio Riveel, importati direttamente dalla Cina da due cinesi di Milano. Si tratta di due imprenditori già indagati in passato per lo stesso reato. In quell’occasione, nel dicembre scorso, le forze dell’Ordine sequestrarono 6 milioni di cosmetici.

Tutto è partito dall’acquisto di uno smalto in un negozio cinese per 1,20 euro. La ragazza lo ha mostrato a un amico carabinieri chiedendogli lumi sul prezzo. Dalle successive indagini è emerso che lo smalto faceva parte della partita di cosmetici cinesi tossici sequestrata a dicembre in tutta Italia su ordine del Tribunale di Milano.

I carabinieri hanno fatto così scattare i controlli in tutti i negozi cinesi della Bergamasca che avevano acquistato, in buona fede, dai due milanesi. L’indagine ha portato al sequestro di prodotti Riveel a Borgo Palazzo, Curno, Mozzo, Brembate Sopra, Villongo, Sarnico, Grumello del Monte, Castelli Calepio e Trescore.

Parte il recupero dell’ex Cesalpinia

La zona dell'ex Cesalpinia CENTRO CITTA' -- Cominciano i lavori di recupero di una delle aree più degradate della ...

Nel 2009 è migliorata la qualità dell’aria in città

La qualità dell'aria è migliorata nel 2009 BERGAMO -- Migliora la qualità dell'aria a Bergamo. Lo dicono i dati dell'Arpa (l'Agenzia regionale ...