iscrizionenewslettergif
Sport

Buona gara dei nerazzurri: Capelli e Pinto protagonisti

Di Redazione10 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ferreira Pinto, ottimo il suo rinetro a Palermo

Ferreira Pinto, ottimo il suo rinetro a Palermo

PALERMO — L’unico aspetto negativo è la sconfitta. I cinici diranno che è determinante nei giudizi, chi le partite è abituato a vederle e valutarle nel complesso non può negare che la prestazione generale dell’Atalanta è stata confortante: ottimo Doni, benissimo Capelli e Ferreira Pinto.

Coppola 6,5: Uscite a parte, non sono mai state il suo forte, si comporta molto bene e per poco riesce anche a respingere il rigore di Cavani.

Garics 6: E’ tornato, finalmente liberato dagli obblighi di copertura che Conte imponeva riesce a duettare bene con Ferreira Pinto scavando un solco sulla destra. L’espulsione è esagerata, lui forse un po’ ingenuo per come perde palla.

Talamonti 6: Non è fortunato, Cavani gli scappa alle spalle e lui finisce per tirarlo giù. Per il resto buon rientro, l’incubo Conte è finalmente lontano.

Capelli 6,5: La nota lieta di giornata. Rientra dal primo minuto in maglia atalantina dopo la parentesi Reggina, si disimpegna molto bene e la sua candidatura come prima alternativa in difesa è ufficiale.

Peluso 6: Sulla fascia al posto di Bellini, gioca una gara ordinata con qualche bella sgroppata al servizio degli attaccanti: il suo posto è quello, da centrale è meno sicuro.

Ferreira Pinto 7: Lo davano ancora indietro di condizione, risponde sul campo con una grande prova di generosità: corre 90 minuti, sforna cross poco sfruttati ma il suo rientro è una bella notizia.

De Ascentis 6: lavoro oscuro prezioso e continuo. Diego il guerriero, in un momento come questo, è indispensabile al centro del campo

Guarente 6: Il cambio di panchina, la contestazione dei tifosi, uno scatto d’orgoglio. Il motivo non si conosce, la cosa più importante è che sembra per lunghi tratti un giocatore ritrovato. (79′ Bonaventura sv)

Valdes 5,5: Vorrei ma non posso, ci provo ma non riesco. Mai incisivo, mai decisivo anche se le qualità non mancano. Esce giustamente ad inizio ripresa (55′ Ceravolo 6: una buona gara la sua, prova spesso a rientrare per trovare il guizzo e nel finale quasi ci riesce.)

Doni 7,5: Bollito? Poco continuo?Sciocchezze. Cristiano è tornato, distilla calcio e raccorda i reparti, apre sulle fasce e conclude: anche se la condizione non è quella di un tempo l’Atalanta non può prescindere dalle sue giocate.

Tiribocchi 6: Gioca da solo davanti a Doni, non è abituato e si vede. Nonostante questo ha due buone occasioni e va vicino al gol, per il resto lotta e gioca spalle alla porta come l’anno scorso faceva Floccari. (84′ Chevanton sv: Guadagna una punizione e la “ruba” a Doni, bentornato in Italia).

All. Bonacina 6,5: In tre giorni lo scaraventano sul palcoscenico più importante, ci mette grinta e umiltà riscoprendo le caratteristiche mentali di un gruppo che con questo approccio si salverà.

Fabio Gennari

Un grande Doni non basta, il Palermo batte 1-0 l’Atalanta

Il leader Cristiano Doni è rientrato a Palermo PALERMO -- Che peccato, ragazzi. La prima e ultima Atalanta di Bonacina di questa stagione ...

La Foppa vince ancora: Zoppas Conegliano battuta 3-0

15 punti per Antonella Del core BERGAMO -- La Foppa riparte con una vittoria. Nella prima giornata di ritorno del massimo ...