iscrizionenewslettergif
Bergamo

Ascom: buona partenza per i saldi

Di Redazione8 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Buona partenza per i saldi

Buona partenza per i saldi

BERGAMO — “Dopo un partenza abbastanza buona, il bilancio dei primi cinque giorni di saldi invernali è positivo, in linea con la prima settimana di saldi invernali del 2009”. E’ questo il commento di Paolo Malvestiti, presidente dell’Ascom di Bergamo, riguardo all’inizio delle vendite di fine stagione che hanno preso il via lo scorso 2 gennaio e continueranno per 60 giorni al massimo.

“Le vendite nel primo weekend avevano registrato una perdita del 10 per cento rispetto al 2009; un calo che è stato recuperato egregiamente nei giorni di lunedì, martedì e mercoledì, tanto da far registrare un primo bilancio pari a quello della prima settimana di saldi invernali dello scorso anno – precisa Malvestiti- Speriamo che questo andamento positivo prosegua anche nelle prossime settimane, dopo il rientro dei bergamaschi dai ponti natalizi. I commercianti hanno bisogno di un buon recupero dopo un 2009 difficile e un periodo natalizio sotto tono». Secondo Malvestiti, la ripresa dei consumi dovrebbe avvenire solo nella tarda primavera. «La crisi che ha colpito la nostra economia ha portato in Italia alla chiusura di circa 30 mila negozi; per il momento non abbiamo il dato provinciale ma temo che anche da noi la situazione sia critica”.

I saldi, quest’anno, sono partiti con uno sconto del 40 per cento, rispetto al 20-30 per cento del 2009. “L’elevata percentuale di sconto ha incentivato maggiormente i consumatori, che si muovono con una consapevolezza e una cognizione di causa fino a poco tempo fa sconosciute. Sono ben informati e conoscono il prodotto da acquistare e il relativo prezzo” afferma Malvestiti.

Nonostante il buon andamento dei saldi, il presidente di Ascom non condivide la data di avvio delle vendite di fine stagione. “Iniziare i saldi nei primi giorni di gennaio snatura il commercio e segnala una distorsione nel meccanismo delle vendite – afferma Malvestiti – Per noi la stagione invernale è iniziata da poco meno di un mese e partire con uno sconto sul prodotto penalizza l’intero sistema del commercio. E’ arrivato il momento di mettersi intorno ad un tavolo e cominciare a ridisegnare le regole per le vendite straordinarie: i saldi non devono essere di “inizio stagione” ma di “fine stagione”. La proposta della nostra Associazione è quella di posticipare i saldi invernali dal 1 al 28 febbraio e quello estivi dal 1 al 31 agosto”.

Su questo tema partirà nei prossimi mesi un confronto che le altre Associazioni e Federazioni a livello regionale.

Auto nera, fine dell’incubo: arrestati due marocchini

L'elicottero dei Carabinieri BERGAMO -- I Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo e gli agenti delle volanti della ...

Meteo del weekend: pioggia e neve fino a domenica

Sarà una fine settimana di piogge in pianura BERGAMO -- Sarà un fine settimana all'insegna del maltempo quello in arrivo. Lo dicono le ...