iscrizionenewslettergif
Poesie

“Un sogno dentro un sogno” di Edgar Allan Poe

Di Redazione7 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Questo mio bacio accogli sulla fronte!
E, da te ora separandomi,
lascia che io ti dica
che non sbagli se pensi
che furono un sogno i miei giorni;
e, tuttavia, se la speranza volò via
in una notte o in un giorno,
in una visione o in nient’altro,
è forse per questo meno svanita?
Tutto quello che vediamo, quel che sembriamo
non è che un sogno dentro un sogno.

Sto nel fragore
di un lido tormentato dalla risacca,
stringo in una mano
granelli di sabbia dorata.
Soltanto pochi! E pur come scivolano via,
per le mie dita, e ricadono sul mare!
Ed io piango – io piango!
O Dio! Non potro’ trattenerli con una stretta piu’ salda?
O Dio! Mai potrò salvarne
almeno uno, dall’onda spietata?
Tutto quel che vediamo, quel che sembriamo
non è che un sogno dentro un sogno?

“Fulgida stella” di John Keats

stella-cadente1Fulgida stella, come tu lo sei fermo foss'io, però non in solingo splendore alto sospeso nella notte con ...

“Canzone” di Jacques Prevert

amore8Che giorno e tutti i giorni Amica mia E' tutta la vita Amore mio Noi ci amiamo noi viviamo Noi ...