iscrizionenewslettergif
Sport

Ruggeri chiede scusa ai tifosi: 48 ore per il nuovo allenatore

Di Redazione7 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il presidente Alessandro Ruggeri

Il presidente Alessandro Ruggeri

ZINGONIA — Parla raramente, il presidente Alessandro Ruggeri. Dopo la seduta guidata dal tecnico della primavera Bonacina e le dimissioni di Antonio Conte, il giovane numero uno nerazzurro si presenta ai cronisti in attesa fuori dai cancelli deciso a dire la sua in un momento tanto delicato.

Le dichiarazioni di Ruggeri, affiancato dal vicepresidente la sorella Francesca, si rivolge ai tifosi chiedendo scusa per quanto accaduto contro il Napoli e dopo aver annunciato che il nuovo tecnico nerazzurro sarà annunciato non prima di 48 ore, attacca Antonio Conte.

Presidente, qual è la situazione?
Voglio aspettare, mi prendo 48 ore di tempo per decidere bene. Abbiamo già sbagliato una volta, non voglio sbagliare ancora facendo le cose di fretta. Qualunque allenatore io prenda in questo momento non riuscirebbe a dare qualcosa di importante prima della sfida al Palermo. Adesso abbiamo preferito prendere una persona come Bonacina per l’immediato e poi decideremo.

Contro il Napoli si è visto qualcosa di brutto…
La partita non si può nemmeno commentare, non abbiamo perso solo la gara ma anche la faccia. Spero di non aver perso qualche tifoso, loro per noi sono troppo importanti soprattutto in questo momento e per questo davvero mi auguro di non averne persi troppi ieri e che il loro attaccamento se possibile sia ancora più forte. Mi prendo tutte le responsabilità degli errori già commessi, la mia voglia di attendere alcune ore prima di annunciare il nuovo tecnico è proprio condizionata dal non volerne commettere altri.

Bonacina sarà in panchina a Palermo?
Adesso vediamo, non escludo niente. Chiedo solo di aspettare qualche ora, può essere lui il nostro tecnico in Sicilia come anche il contrario.

Il fatto che Cagni sia di Brescia condiziona le scelte?
In questo momento non voglio escludere nessuno come non voglio fare il nome di nessuno. Non sarebbe corretto esporsi ora, ho tante idee in testa e sono molto chiare ma voglio dormirci sopra e stare con la mia famiglia per prendere una decisione il più serena possibile. Questa è una società che tutti noi amiamo e che per noi vale veramente tanto. Mi voglio ripetere, penso ancora ai tifosi: per noi sono una parte fondamentale, chiedo loro un grande aiuto anche se so che la partita di ieri non è stata facile per nessuno, compreso il sottoscritto. Dobbiamo ricucire il legame con loro, è fondamentale.

L’avventura con Conte è finita male..
Direi di si, è finita proprio male. Non è possibile che lui tenga certi atteggiamenti con un patrimonio importante e fondamentale di questa società come sono i tifosi.

Ultima domanda, l’ex tecnico ha detto che le sue dimissioni erano già arrivate ieri sera e che voi le avevate respinte. Conferma? Assolutamente no, sono tutte cose false.

Nella scelta conterà il parere dei giocatori importanti?
Conterà la volontà della società.

Alessandro e Francesca Ruggeri si incamminano verso gli uffici del Centro Bortolotti, le dichiarazioni del presidente chiudono una giornata davvero particolare a Zingonia. Se dopo Bonacina, come appare chiaro, ci sarà un nuovo allenatore saremo di fronte ad una situazione incredibile con quattro tecnici in una stagione: nei precedenti 102 anni di storia atalantina non era mai successo prima.

Le dichiarazioni di Ruggeri a Zingonia: ecco il video

Fabio Gennari

Conte: mi sono dimesso per il bene dell’Atalanta

Antonio Conte ZINGONIA -- Una giornata del genere, nel quartier generale dell'Atalanta, era prevedibile. Le dimissioni di ...

Atalanta, Cagni attende una chiamata: ho voglia di rientrare

Luigi Cagni (foto www.gigicagni.it) BERGAMO -- E' uno dei candidati alla panchina nerazzurra. L'esperienza non gli manca di certo, ...