iscrizionenewslettergif
Politica

Regionali: l’Italia dei Valori rompe col Partito Democratico

Di Redazione7 gennaio 2010 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Di Pietro

Antonio Di Pietro

“A due giorni di distanza della lettera che il nostro presidente Antonio Di Pietro ha inviato a Luigi Bersani e senza alcuna risposta da parte del Partito Democratico, ci vediamo costretti a sospendere qualsiasi iniziativa in merito alle numerose scadenze elettorali nella Regione Lombardia”. Sono le parole del segretario regionale dell’Italia dei valori, il bergamasco Sergio Piffari che chiudono le porte (temporaneamente) alle trattative fra il partito di Di Pietro e il centrosinistra.

Le ipotesi sul tavolo, oltre al consiglio regionale Lombardo, riguardavano tre città capoluogo, tredici città con popolazione superiore ai 15000 abitanti e una cinquantina di comuni lombardi.

“Per noi dell’Italia dei Valori – scrive Piffari in una lettera inviata al PD – stare assieme significa rispettare il patto condiviso con gli elettori lombardi ci collochiamo non solo contro Berlusconi bensì in un vero sistema bipolare dove abbiamo fermamente deciso di stare nel centro-sinistra e non a destra. Ribadisco pertanto che il nostro partito sospende fin da ora qualsiasi trattativa con il Partito Democratico in attesa di nuovi chiarimenti”.

Berlusconi, 2010 anno delle riforme: giustizia, scuola, fisco

Silvio Berlusconi ARCORE -- 2010 anno delle riforme. E' questa almeno l'intenzione del premier Silvio Berlusconi che, ...

Obiettivi e intenzioni: il sindaco Tentorio sette mesi dopo

Il sindaco di Bergamo Franco Tentorio BERGAMO -- Disponibile e affabile. Chiaro nelle idee e molto concreto. A 210 giorni dal ...