iscrizionenewslettergif
Provincia

Slavine a Cusio e Ardesio: nessun danno

Di Redazione24 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sciatori sulle piste del Monte Avaro

Sciatori sulle piste del Monte Avaro

CUSIO — Le neve, tanta, poi la pioggia, abbondante e le temperature in risalita. In queste condizioni, dicono gli esperti, è possibile la formazione di slavine in montagna. E così è stato. Nella notte tra martedì e mercoledì due grossi distacchi di neve sono caduti nei Comuni di Cusio (in Valbrembana) e Ardesio (Valseriana).

La slavina di Cusio aveva un fronte di 15 metri per 3 di altezza. E’ caduta in località Sciocc, sulla strada che conduce agli impianti sciistici del Monte Avaro. Il primo a vederla è stato proprio il gestore degli impianti che ha dato l’allarme al Comune. Sul posto sono subito arrivati i mezzi spalaneve. Nel giro di mezza giornata la strada è stata riaperta, per consentire l’accesso agli sciatori. Il genio civile metterà con tutta probabilità di paravalanghe nella zona. In questo momento non c’è alcun pericolo, ha riferito il sindaco di Cusio Ezio Remuzzi.

Decisamente più contenuta la valanga di Ardesio, nella frazione di Ludrigno. Il distacco non ha provocato danni. Le previsioni per le prossime 24 ore dicono “rischio moderato” per le valanghe in provincia di Bergamo. Mentre in pianura pioverà, sono previste nevicate su Alpi e Prealpi al di sopra dei 1200 metri.

De Corato ai pendolari: lunedì non usate l’auto per venire a Milano

La neve sulle tangenziali di Milano MILANO -- "Lunedì non usate l'auto per venire e muovervi a Milano: è l'appello del ...

Sedici nuovi “locali storici” a Bergamo e provincia

Il ristorante Ponte di Briolo BERGAMO -- La Regione Lombardia ha riconosciuto sedici nuove attività storiche per la provincia di ...