iscrizionenewslettergif
Bergamo

Guasto alla linea: treni per Milano bloccati per 6 ore

Di Redazione23 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un treno regionale

Un treno regionale

BERGAMO — Un guasto alla linea Milano-Piacenza. Rfi (la societa che gestisce le reti ferroviarie) che decide, autonomamente, di bloccare tutta la circolazione della Lombardia per evitare guai peggiori. I pendolari che si infuriano. Il presidente della Regione anche. E’ la cronaca dell’ennesima giornata campale per le ferrovie lombarde.

Tutto comincia alle 4.45. Un treno a lunga percorrenza sulla Milano-Piacenza provoca un arco voltaico fra il pantografo e il cavo elettrico. Rfi nel timore di blocchi ripetuti sospende la circolazione. Ottocento passeggeri restano bloccati per oltre sei ore a bordo di sette treni nel tratto lodigiano della linea Milano-Bologna. E le ricadute si diffondono come un sasso nello stagno a tutte le città del nord Italia, Bergamo compresa.

È stata una “repentina e anomala formazione di ghiaccio” nella notte a causare le numerose rotture della linea elettrica nelle tratte ferroviarie da e per Milano che hanno mandato in tilt la circolazione dei treni, spiegano in un comunicato le Fs. Eppure la temperatura era in rialzo dopo il gelo dei giorni scorsi. Certo è che da Bergamo per Milano questa mattina non si è mosso un treno uno. Per ore alla stazione è stato il caos. Con i pendolari imbufaliti per l’ennesimo disastro dei convogli regionali.

Il primo treno per il capoluogo lombardo è partito intorno alle 10.30, mentre nel resto della Lombardia, piano piano, venivano ripristinate tutte le tratte bloccate. La situazione però resta difficile per le condizioni ghiacciate di alcune tratte che costringono i convogli a viaggiare a velocità molto ridotta.

E sulla questione del blocco della rete ferroviaria effettuato da Rfi sulla rete ferroviaria lombarda scoppia la polemica politica. Secondo il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, “è inaccettabile che Rfi pensi di poter prendere decisioni simili senza consultare la Regione. Decisioni così devono essere condivise”.

Il blocco, ha spiegato l’assessore alla Mobilità, Raffaele Cattaneo, è stato deciso autonomamente dalla società delle Ferrovie dello Stato. “Questa decisione è anche comprensibile fra le 4.45 e le 5.45 del mattino, ma non è accettabile chiudere la rete dalle 4.45 alle 10”.

Neve: ieri giornata difficile ma la città ha retto

Il centro città in mattinata BERGAMO -- E' stata una giornata difficile quella di ieri ma, nonostante le inevitabili polemiche ...

Scontro con Enac: Ryanair minaccia lo stop ai voli

I Boeing della Ryanair BERGAMO -- E' di nuovo guerra fra la compagnia aerea low cost Ryanair e l'Enac, ...