iscrizionenewslettergif
Politica

Il centrosinistra all’attacco: piano neve inadeguato

Di Redazione22 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il centro città alle 9 del mattino dopo

Il centro città alle 9 del mattino dopo

BERGAMO — L’opposizione in consiglio comunale esprime pesanti critiche al piano neve messo in atto dall’Amministrazione Tentorio, definendolo inadeguato e molto carente. Ma le opposizioni hanno colto l’occasione per togliersi un sassolino dalla scarpe anche nei confronti del coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti.

“Negli ultimi cinque anni – recita un comunicato stampa dei capigruppo in consiglio comunale Bruni, Carnevali, Grossi, Mazzoleni e Vertova – l’allora opposizione di centrodestra non ha mai mancato di sfruttare politicamente ogni nevicata ed i conseguenti inevitabili disagi, per attaccare pesantemente la Giunta Bruni; all’inizio di quest’anno Carlo Saffioti, attuale coordinatore provinciale del PdL (sì, proprio lui, quello che adesso se la prende con i seminatori di odio e di zizzania, che colloca ovviamente solo nel campo a lui avverso), si esibì in un duro attacco, quando stavano ancora cadendo i primi fiocchi di neve, nei confronti della Giunta allora in carica di cui condannava “l’impreparazione e l’inefficienza” (nel contempo, il Nostro si preoccupava di giustificare quanto di ben di peggio stava accadendo nella vicina Milano, amministrata da una giunta di centrodestra, con la risibile osservazione che Milano, si sa, è grande). L’abbiamo detto sin dalla prima seduta di insediamento del Consiglio Comunale: siamo una opposizione seria e responsabile, che si propone di tornare a governare la città, e quindi non ripagheremo le forze politiche dell’attuale maggioranza con la moneta della strumentale aggressività da lei spesa a piene mani negli ultimi anni. Nessun sciacallaggio politico, quindi, di fronte ai pur gravi ed evidenti disagi che si sono verificati e si stanno verificando a Bergamo in conseguenza della forte nevicata di questi anni, ma solo l’osservazione che, se è giusto riconoscere che si tratta in buona parte di disagi inevitabili, ma largamente annunciati, si poteva e si può certamente fare di più e di meglio. Risparmiamo quindi all’opinione pubblica il solito, stucchevole balletto delle accuse e delle difese strumentali e discutiamo seriamente, nelle competenti sedi istituzionali, di come migliorare il “piano neve” comunale che si è oggettivamente rilevato parzialmente carente ed inadeguato. Noi siamo pronti a farlo ed auspichiamo che Sindaco e Giunta, che hanno la maggiore responsabilità al riguardo, accettino tale confronto”.

Berlusconi lascia? Bonaiuti: tutte fanfaluche

Silvio Berlusconi ARCORE -- Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Paolo Bonaiuti ha smentito le indiscrezioni riportate ...

Palafrizzoni replica: in azione già molto prima della nevicata

Sullo sfondo, Palazzo Frizzoni la mattina dopo la nevicata BERGAMO -- "La macchina dell'emergenza neve era in azione molto prima che l'evento atmosferico si ...