iscrizionenewslettergif
Lettere Politica

Angeloni (Pd): riflessioni natalizie

Di Redazione19 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giacomo Angeloni

Giacomo Angeloni

Gentile Direttore,
ancora una volta, dopo la mia elezione in Consiglio Comunale a Bergamo, mi fermo a riflettere su alcuni atteggiamenti incongruenti della Lega Nord che da Giugno governa la nostra provincia e detta la linea politica nella giunta Tentorio! Da una parte il partito del Carroccio difende i valori legati alla tradizione: ricorderemo tutti le prese di posizioni ferme e dure nei confronti della sentenza della corte di Strasburgo sulla questione del crocefisso! Dall’altra troviamo inventive anti clericali e scelte poco etiche e prive di valori.

Quando in consiglio comunale ho votato l’O.d.G. a difesa del crocefisso, nel mio intervento ho dichiarato che avrei ricordato alla Lega da quel momento in poi tutte le contraddizioni che sarebbero emerse e, in particolare, ho più volte detto al cons. Daniele Belotti, anche in tivù, che la lega utilizza i temi di attualità per creare terrorismo e paure nei cuori delle persone! Da metà ottobre ad oggi le contraddizioni evidenti sono già parecchie e ne sceglierò tre credendole più significative e degne di nota!

Dalla croce alla libertà religiosa: le prime avvisaglie dello scivolone culturale le ho riscontrate nell’ultima seduta in cui il consiglio comunale ha approvato il PGT il 30 novembre scorso riguardo la questione moschea. Con i colleghi di centro sinistra si è proposto all’aula un O.d.G. che
impegnasse Sindaco e Giunta a trovare luoghi e posti adeguati e a farsi garanti perché siano consentite le manifestazioni delle minoranze religiose, tra cui anche l’Islam. Apriti cielo! Non solo ci siamo presi insulti dai consiglieri di centro destra ma i leghisti si sono arrampicati sugli specchi! La loro linea è lasciare tutto come sta’! Quindi contraddicendo le scelte fatte quando erano all’opposizione hanno deciso di mantenere la moschea in via Ceniso, riducendo gli spazi nei terreni dove era prevista quella nuova dal PGT adottato nella zona tra Bergamo e Orio.
Mi chiedo se si possa difendere la croce e poi non rispettare chi prega lo stesso profeta crocifisso!

Il paradosso è che l’odio per la religione musulmana non ha neppure fatto riflettere PDL lega e Tentorio che a Bergamo esistono altre minoranze religiose che evidentemente questo comune decide di non voler rappresentare! Con un corollario che è essenziale: l’Islam è una religione, non una categoria che riassume tutti gli immigrati. La Lega pensa di colpire, limitando la libertà religiosa dei musulmani di fatto, l’immigrazione degli stranieri. Avverto la Lega che possono essere musulmani chiunque, anche gli italiani. In secondo luogo, con questa scelta si aggrava la condizione di disagio degli abitanti di via Cenisio, che si vedono sobbarcati un onere che doveva essere condiviso da tutta la città. E’ così che la Lega e Tentorio mantengono le promesse elettorali?

La crocefissione di un Cardinale: Le affermazioni del ministro Calderoli dopo l’omelia di S. Ambrogio nei confronti del card. Tettamanzi non sono commentabili e appaiono chiaramente deliri o forse rimembrano spettri di odi razziali che fanno paura, distinguendo poveri di serie a e di serie b. I poveri davanti a Cristo sono tutti uguali?! È commentabile invece l’apparente condivisione di tali offese da parte del gruppi politici bergamaschi della lega e del pdl quando lunedì 14 dicembre commettono l’ennesimo scivolone. Abbiamo infatti presentato come minoranze un odg urgente per impegnare il sindaco e la Giunta ad inviare solidarietà al cardinale milanese e a condannare tutte le dichiarazioni di odio razziale ed etnico che sono emerse a seguito delle polemiche tra Tettamanzi e il quotidiano La Padania!

Qualcuno non ci crederà, ma gli stessi che difendono croce e crocefisso hanno ben pensato di non votare l’urgenza e di fatto di non far discutere della questione per rimandare il tutto a gennaio. Qui la subalternità di Pdl e Tentorio alle politiche leghiste è lampante, a livello nazionale tutti e dico tutti si sono dissociati dalle vaneggianti dichiarazioni calderoliane mentre a Bergamo no, o meglio, si è rimandata la discussione perché ci voleva un bel coniglio dal cappello per salvare capra e cavoli, rapporto con la Chiesa e con la Lega. Il PDL è sempre più in difficoltà: a Bergamo comanda la croce leghista usata come spada.

No alle croci della miseria: l’ordinanza che multa chi chiede elemosina a Bergamo è senz’altro la scelta che sento più lontana dal mio mondo, dal mio essere, dal mio credere, evidentemente per una questione professionale. I difensori della croce, a Natale, multano i crocefissi delle nostre strade! E’ deludente e leghistocentrica l’ordinanza del Sindaco Tentorio di multare i poveracci che fanno elemosina, la trovo disgustosamente contro lo spirito del natale e profondamente non rispettosa delle fragilità e povertà che anche a Bergamo trovano molte vittime. Più che come fratelli da aiutare, vengono visti come un fastidio da reprimere, soprattutto se sono stranieri. I poveri fanno impressione alla nuova politica della destra ed è deludente vedere come Tentorio che viene da una tradizione sociale della destra sia subordinato alla Lega. È impensabile che Bergamo e le sue politiche possano provare ad educare a liberare chi fatica nella vita? È necessario l’utilizzo sanzionatorio per chi ai crocicchi delle strade della nostra città chiede di essere visto, aiutato dalle nostre opulenti ostentazioni natalizie?

Credo che i poveri servano a questa società per ricordare che quel crocefisso, in cui tanto diciamo di credere e che tanto difendiamo, non è altro che il simbolo di tante croci che incontriamo per strada e chiedono il nostro aiuto. Per chi sa amare, educare non possono essere rimosse o multate. Vanno capite e salvate! Soprattutto a Natale, dove Gesù ci chiama al rispetto delle sue parole e non dei simboli vuoti.

Buon Natale a tutti.

Giacomo Angeloni
consigliere comunale PD

Albino: la Lega presenta il nuovo segretario di sezione

Le bandiere della Lega Nord ALBINO -- La Lega Nord di Albino presenterà questo pomeriggio a partire dalle 14.30 al ...

Manifestazione per Berlusconi in città: il centrodestra stringe i ranghi

Prevista forte affluenza alla manifestazione a favore di Berlusconi BERGAMO -- Sarà una sfida a distanza. Mentre al Centro congressi Giovanni XXIII Marco Travaglio ...