iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Poesie

“Stanco d’amore” di Hermann Hesse

Di Redazione18 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Nei rami s’addormenta cullando
il vento stanco. La mia mano
lascia un fiore rosso sangue
morire lacerato sotto un sole rovente.

Ho già visto fiorire e morire molti fiori;
vengono e vanno gioie e dolori,
e custodirli nessuno può.

Anch’io ho sparso nella vita il mio sangue;
non so però, se mi dispiace,
so solo, che sono stanco.

“Non pensarci mia cara” di John Keats

Alain_Daussin_Matin Non pensarci, mia cara, Non pianger più: a sospirare impara, e di non tornare, diglielo tu! Dolcezza mia, non ...

“Immenso e rosso” di Jacques Prevert

parigimmenso e rosso Sopra il Grand Palais Il sole d'inverno viene E se ne va Come lui il mio ...