iscrizionenewslettergif
Politica

Dalla Regione 400mila euro per il recupero di Astino

Di Redazione17 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il monastero di Astino

Il monastero di Astino

MILANO — La Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Culture Identità e Autonomie della Lombardia, Massimo Zanello, ha approvato la prima tranche di finanziamento (400mila euro) per il recupero e la valorizzazione del complesso monumentale di Astino, a Bergamo.

“La promessa fatta il 26 novembre scorso in municipio a Bergamo nell’incontro con il sindaco Franco Tentorio – ha commentato l’assessore Zanello – è stata pienamente e tempestivamente mantenuta. Con i fondi stanziati oggi dalla Giunta regionale supporteremo l’amministrazione comunale e la Fondazione Mia (Congregazione della Misericordia Maggiore di Bergamo) nel recupero di questo straordinario bene ecclesiastico e per il rilancio di tutta la valle d’Astino”.

Il contributo è attribuito direttamente alla Fondazione Mia, che è il soggetto proprietario del complesso monumentale e che, attraverso la società controllata “Val d’Astino srl”, è anche il soggetto attuatore degli interventi di recupero.

“Con questo intervento – ha aggiunto Zanello – confermiamo il continuo interesse che Regione Lombardia manifesta verso il propri beni architettonici e monumentali che attestano la nostra storia, nonché l’impegno a valorizzarli”.

Il complesso di Astino da 9 secoli rappresenta per Bergamo un punto di riferimento fondamentale, prima come istituzione religiosa (cessata con la secolarizzazione dei beni ecclesiastici di fine ‘700) poi come istituzione sociale (il convento fu utilizzato come ospedale durante il XIX sec.), ora come bene culturale e paesaggistico, patrimonio di tutta la cittadinanza bergamasca e della Lombardia.

Arrestato l’assessore regionale al Turismo Pier Gianni Prosperini

Pier Gianni Prosperini MILANO -- C'è sgomento nel Pdl per l'arresto dell'assessore regionale allo Sport e al Turismo ...

Berlusconi lascia l’ospedale e chiama l’opposizione al dialogo

Silvio Berlusconi all'uscita dal San Raffaele MILANO -- Ancora scosso, con qualche cerotto in volto, ma felice di poter tornare a ...