iscrizionenewslettergif
Bergamo

Ancora un giorno per il pagamento dell’Ici

Di Redazione15 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I moduli per il pagamento

I moduli per il pagamento

BERGAMO — E’ una delle tasse più odiate dai cittadini perché riguarda delle legittime proprietà. Ancora qualche giorno per il pagamento del saldo Ici, l’imposta comunale sugli immobili che é stata abolita lo scorso anno sulle case di abitazione ma che invece continua a “sopravvivere” sulle seconde case, su quelle date in affitto, su negozi e uffici. La tassa sulla casa resta anche sulle case di abitazione se si tratta di ville o appartamenti di lusso.

Entro mercoledì 16 dicembre deve dunque essere effettuato il versamento della seconda rata dell’imposta comunale sugli immobili dovuta per il 2009. Dallo scorso anno è prevista l’esclusione dall’Ici per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale (nonché di quelle ad essa assimilate, come per esempio quelle date in uso ad un familiare), ma restano soggette all’imposta, anche se si tratta di case di abitazione, le unità immobiliari di categoria catastale A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (castelli, palazzi con eminenti pregi artistici o storici). Soggetti all’Ici sono anche tutti gli immobili non adibiti ad abitazione principale (per esempio quelli concessi in locazione o quelli utilizzati come “seconde case”). Si continua poi a pagare l’imposta comunale sugli immobili anche su uffici e negozi.

La prima rata è già stata versata entro il 16 giugno scorso ed era pari alla metà dell’imposta dovuta calcolata sulla base di aliquote e detrazioni del 2008; entro il 16 dicembre deve essere quindi pagata la seconda rata, a saldo dell’imposta dovuta per l’intero anno, con l’eventuale conguaglio sulla base delle aliquote e delle detrazioni stabilite dai Comuni per il 2009.

In caso di mancato versamento dell’Ici entro il 16 dicembre, è possibile pagare la tassa comunale sulla casa entro il 15 gennaio 2010 con una sanzione ridotta pari al 2,5 per cento dell’imposta dovuta, più gli interessi. Se si paga entro un anno, la sanzione è del 3 per cento. Poi l’aliquota sale al 30 per cento.

Pendolari presi a calci da dirigente: le Ferrovie negano

Pendolari alla stazione BERGAMO -- I pendolari protestavano per una coincidenza persa per pochi secondi. E lui li ...

La Camera di commercio premia Roby Facchinetti

Roby Facchinetti BERGAMO -- La Camera di commercio di Bergamo ha reso noti i premi per il ...