iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Manifestanti Tenaris bloccano il casello: scontro con la Polizia

Di Redazione11 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Duro confronto fra polizia e sindacati (immagine di repertorio)

Duro confronto fra polizia e sindacati (immagine di repertorio)

DALMINE — Dieci minuti ad alta tensione, qualche scontro anche acceso e il traffico nella zona del rondò dell’autostrada in tilt. E’ stata una mattina movimentata quella che ha visto un gruppo di lavoratori della Tenaris scendere in piazza per prostestare contro gli esuberi annunciati dal gruppo.

Intorno a metà mattinata, un corteo di 250 persone è arrivato al rondò della barriera autostradale di Dalmine e ha tentato di forzare il cordone che polizia e carabinieri avevano schierato a difesa del casello per scongiurare una possibile quanto rischiosa invasione dell’autostrada.

Sono volati spintoni e qualche manganellata. Urla e insulti sono stati rivolti alle forze dell’Ordine, ma per fortuna non si è andati oltre. Nessuno è stato fatto passare oltre al casello o ha potuto raggiungere l’autostrada.

A quel punto, però, l’autostrada era già stata chiusa in via precauzionale. Il traffico diretto a Milano è stato fatto uscire a Seriate, mentre i veicoli provenienti da Milano uscivano a Capriate. La zona del casello di Dalmine Ë rimasta paralizzata a lungo.

E dire che la mattinata era cominciata in maniera tutto sommato pacifica. Rifondazione comunista aveva organizzato un presidio davanti al cancello della fabbrica. Poi, il corteo di circa 250 lavoratori (secondo le fonti della Questura) ha percorso la provinciale bloccando completamente la circolazione e arrivando fino al rondò prospiciente al casello, dove hanno trovato schierate le forze dell’Ordine.

Dopo le scaramucce ai manifestanti è stato consentito di arrivare fino al casello, non oltre. I lavoratori sono rimasti nei pressi della barriera per circa un’ora, poi sono tornati al rondò e infine si sono diretti in Comune dove hanno incontrato il sindaco Claudia Terzi. Nel frattempo la circolazione sulla A4 veniva ripristinata.

Al primo cittadino, i lavoratori hanno chiesto sostegno. Il sindaco ha precisato che il Comune ha già chiesto all’azienda di mantenere attivi i posti di lavoro. Venerdì mattina, nuovo incontro fra sindacati e azienda. Giovedì prossimo invece incontro in Regione fra le parti sociali e il presidente Formigoni.

Zingonia, palazzi senz’acqua: clima teso fra gli extracomunitari

I condomini del quartiere "incriminato" ZINGONIA -- E' stata una giornata dai toni accesi quella di ieri a Zingonia. ...

Fluid, la Questura dispone 3 mesi di chiusura: motivi di sicurezza

I dj in azione al Fluid ORIO -- Non 'è pace per il Fluid, la discoteca di Orio al Serio è ...