iscrizionenewslettergif
Politica

Locatelli (Prc): scandaloso manganellare i lavoratori

Di Redazione11 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ezio Locatelli

Ezio Locatelli

DALMINE — “Non si risponde con le manganellate ai lavoratori della Tenaris Dalmine che manifestano per il loro posto di lavoro. L’atteggiamento tenuto questa mattina dalle forze dell’ordine, in ossequio agli ordini del ministro degli Interni Maroni, è semplicemente scandaloso. Così come scandalosa è stata la mancata partecipazione alla manifestazione da parte di istituzioni e partiti – latitante anche il comune di Dalmine, a maggioranza leghista -, ad eccezione di Rifondazione comunista”. E’ quanto dichiara Ezio Locatelli – segretario provinciale bergamasco, nonché membro della direzione nazionale del Prc-Se -, che ha partecipato stamattina al corteo dei lavoratori e delle lavoratrici Tenaris Dalmine insieme ad una delegazione del Prc, tra cui Matteo Gaddi (Dipartimento Nord – Prc), Vittorio Armanni e Maria Pia Trevisani della segreteria Prc della Federazione di Bergamo.

“Il piano di Tenaris Dalmine è inaccettabile – ha proseguito Locatelli – perché tutto giocato sulla riduzione dei posti di lavoro. Ciò di cui invece c’è bisogno, è un piano industriale di rilancio e riqualificazione delle produzioni, in grado di tutelare l’occupazione. Mentre in altri paesi si adottano nuove politiche industriali, con una positiva ripresa dell’intervento dello stato – conclude l’esponente di Rifondazione – in Italia il governo e la Lega pensano solo a coprire i guai giudiziari di Berlusconi, lasciando soli i lavoratori di fronte alla crisi”.

Benemerenze: il centrosinistra contesta la medaglia d’oro a Tremaglia

Roberto Bruni BERGAMO -- Il centrosinistra boccia la scelta dell'amministrazione comunale di assegnare all'ex ministro Mirko Tremaglia ...

Scontri di Dalmine: quel che Rifondazione non dice

Gli agenti della polizia in tenuta anti-sommossa Ha un bel dire il segretario provinciale di Rifondazione comunista Ezio Locatelli. Negli attimi di ...