iscrizionenewslettergif
Cultura

Giornata Gavazzeni in sala Piatti

Di Redazione11 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Denia Mazzola Gavazzeni

Denia Mazzola Gavazzeni

Proseguono le manifestazioni organizzate da Ab Harmoniae Onlus in collaborazione con Fondazione Mia. Dopo il Paulus, eseguito nella Basilica di S Maria Maggiore, e il concerto nel Dies Natalis di Gaetano Donizetti, presentato nella chiesa di Santa Grata in Borgo Canale, sarà la Sala Piatti di via Arena ad accogliere la “Giornata Gavazzeni” in programma giovedì 17 dicembre.

Pensata come nucleo centrale del ciclo di eventi dedicati al maestro bergamasco, la “Giornata Gavazzeni” propone due particolari eventi che esamineranno l’aspetto compositivo di Gavazzeni.

Alle ore 16 in Sala Piatti si terrà una conferenza dedicata alla figura di Gavazzeni compositore; a condurre l’analisi scientifico musicologica sarà Pieralberto Cattaneo, che affronterà le modalità stilistiche e armoniche dell’oratorio “Canti per Sant’Alessandro”. Accanto a lui il critico e musicologo Hervé Casini di Marsiglia – che già dedicò una giornata di studi su Gavazzeni, a Fontvieille nelle Alpilles – presenterà un ritratto del maestro come messaggero della cultura italiana nel mondo.

Farà seguito un concerto nel quale saranno eseguite alcune composizioni da camera del maestro, create sulla base di pregiati testi del Tasso, Del Fabbro, Bacchelli, e Gavazzeni stesso. Denia Mazzola Gavazzeni, oltre a leggere alcuni scritti inediti di Gavazzeni, presterà la propria voce accompagnata al pianoforte dal maestro Giovanni Brollo.

Alle 17.30 ci sarà l’inaugurazione, con dedica al celebre compositore violinista bergamasco Pietro Antonio Locatelli, della restaurata Sala di via Arena 9. Per l’occasione saranno presentati alcuni brani del compositore stesso eseguiti dal violinista Paolo Artina, che sarà accompagnato al violoncello da Flavio Bombardieri.

Alle ore 19.00 in Sala Piatti avrà luogo la presentazione in anteprima assoluta dell’oratorio sacro “Canti per S. Alessandro di Gavazzeni”, proposto in versione per pianoforte (Giovanni Brollo) e organo (Massimiliano Di Fino). Concertati e diretti da Pieralberto Cattaneo, si esibiranno il tenore Giuseppe Veneziano, Denia Mazzola Gavazzeni, Giorgio Valerio e il tenore bergamasco Roberto Albani. Ad accompagnare i cantori il coro Ab Harmoniae, che si avvale di artisti del coro scaligero, e che sarà guidato dal bergamasco maestro Salvo Sgrò.

L’oratorio per coro e orchestra, del quale Gianandrea Gavazzeni scrisse anche il libretto, fu composto nel 1934. Esso racconta il passaggio di S.Alessandro in Lombardia e il suo ingresso in Bergamo, città del suo martirio, dopo l’attraversamento del fiume Adda. La composizione è caratterizzata dalla rievocazione di momenti poetici e dall’evocazione di colori e suoni tutti bergamaschi, a testimonianza della profonda appartenenza del maestro Gavazzeni alla sua terra nativa.

L’iniziativa, promossa da Ab Harmoniae Onlus in collaborazione con Fondazione MIA, si colloca nell’ambito di Sacre Armonie. Il progetto ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Bergamo e della Regione Lombardia ed è sostenuto dal Comune di Bergamo e Fondazione Cariplo.

E’ morto De Rosa, storico della Dc

De Rosa (a destra) con Carlo Azeglio Ciampi Lutto nel mondo della cultura italiana. E' morto martedì mattina nella sua casa romana lo ...

E il TeleThon raccoglie 31 milioni

Il Telethon ha raccolto 31 milioni di euro La maratona televisiva Telethon per la ricerca scientifica a favore delle malattie genetiche si e ...