iscrizionenewslettergif
Politica

Maroni: serve un’agenzia nazionale per i beni confiscati alla mafia

Di Redazione9 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il leghista Roberto Maroni

Il leghista Roberto Maroni

ROMA — Un’agenzia nazionale per i beni sequestrati alla mafia, in modo da poter valorizzare l’utilizzo del patrimonio, valutato in circa 6 miliardi di euro. E’ questo l’obiettivo del ministro degli Interni Roberto Maroni.

L’annuncio è stato dato durante un convegno del Popolo della Libertà in corso a Roma, che ha come tema centrale i risultati ottenuti dal centrodestra nella lotta alla mafia.

“Questo governo – ha sottolineato Maroni – ha avviato un’azione di contrasto senza precedenti contro le cosche mafiose”. Forse per questo la risposta attraverso i tribunali di Michele Spatuzza che ha accusato il premier di collusioni con Cosa Nostra si è fatta particolarmente virulenta.

Al convegno era presente anche il ministro della Giustizia Angelino Alfano: “Proporrò il 41 bis per il boss Nicchi e con questo i detenuti sottoposti a regime speciale saranno ben 645, è un record storico” ha detto il guardasigilli.

Mazzoleni (Udc): Formigoni nostro candidato ideale alle Regionali

Giuseppe Mazzoleni BERGAMO -- Accordi ad assetto variabile e in Lombardia una possibile convergenza su Roberto Formigoni. ...

Palafrizzoni: 700mila euro per tre anni ad asili e scuole materne paritarie

Il calendario realizzato dall'amministrazione comunale BERGAMO -- La giunta comunale ha rinnovato la convenzione triennale con la diocesi, Adms, l'associazione ...