iscrizionenewslettergif
Sport

Poco o nulla da salvare, positivo il rientro di Manfredini

Di Redazione7 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Andrea Consigli

Andrea Consigli

FIRENZE — Il ritorno di Manfredini, la prestazione di Ceravolo e poco altro. Tanti problemi, troppi giocatori sottotono e sensazione diffusa di una squadra abbacchiata e abbattuta. Pessimo segnale per chi deve salvarsi.

Consigli 5: Qualche intervento lo mette in mostra ma sul gol di Vargas non è esente da colpe: appare fuori posizione e immobile quando servirebbe l’allungo alla ricerca della parata.

Garics 5,5: Dalla sua parte si muove Vargas, brutto cliente. Perde qualche pallone, tiene nel complesso bene la sua fascia ma non spinge come in passato e senza l’appoggio offensivo perde molte delle sue caratteristiche

Bianco 5: Una prova tutto sommato sufficiente fino al minuto 89′, poi un intervento scomposto e fuori tempo che regala a Gilardino il pallone del 2-0. Erroraccio.

Manfredini 6: Gilardino è forte, lui lo contiene bene fino alla fine e anche se deve ricorrere a tutto il mestiere che conosce risulta uno dei più positivi. Rientro fondamentale.

Peluso 5,5: Torna nella sua posizione naturale, controlla bene Santana ma si propone poco e alla fine resta la sensazione che potesse fare molto di più.

Padoin 5,5: Non è a lui che si chiedono sgroppate e dribbling sul diretto avversario. Ci mette il cuore ogni volta, recupera bene in un paio di occasioni ed è uno dei meno peggio.

De Ascentis 5: Non si tira mai indietro, ci mette cuore e gamba fino a quando ne ha. Certo che se l’Atalanta deve aspettare le sue invenzioni qualcosa che non quadra c’è: non è lui che può cambiare marcia al centrocampo nerazzurro, quando deve farlo va in difficoltà. (69′ Valdes 4: Il primo giallo è dubbio, il secondo inspiegabile: ingresso inutile, espulsione pesante).

Guarente 5: Difficile, ancora una volta, commentare la sua partita. Ha qualità e non le mostra, sbaglia molto a soprattutto manca da morire la sua verve in impostazione, i suoi tagli, il miglior Guarente: il destro debole del primo tempo è troppo poco. (80′ Radovanovic sv).

Ceravolo 5,5: La batteria di esterni a disposizione dell’Atalanta ormai può contare anche su di lui. Ci prova, qualcosa combina anche se non riesce ad essere così incisivo come nelle ultime uscite.

Tiribocchi 5: Rifornimenti pochi, corsa e generosità molta. Giornata difficile per il “Tir” nerazzurro, l’unica conclusione dalle parti di Frey arriva a metà ripresa ma non basta. (80′ Ferreira Pinto sv).

Acquafresca 5: Stesso discorso fatto per il compagno di reparto. Si vede con un colpo di testa debole quasi allo scadere, nel complesso poco e mal servito quando l’unico modo per sfruttarlo al massimo è l’esatto opposto.

Conte 5,5: Questa volta è insufficiente anche lui. Non tanto per la formazione o per le scelte, adesso l’Atalanta non può fare di più, quanto per l’espulsione. Torto arbitrale o meno, a cinque minuti dalla fine protestare in quel modo e vedersi Atalanta – Inter dalla tribuna è la classica beffa.

Fabio Gennari

La Foppa torna sul tetto d’Italia, Jesi battuta 3-0

Fanzini e Arrighetti impegnate a muro JESI -- Nonostante tutto, FoppaPedretti. Le ragazze di Micelli, scese in campo ancora senza Leo ...

Atalanta, contestate squadra e società: gli ultras con Conte

I tifosi assiepati davanti al cancello di Zingonia (foto Mariani) ZINGONIA -- Gli ultras dell'Atalanta sono con Antonio Conte. La ripresa degli allenamenti al centro ...