iscrizionenewslettergif
Poesie

“La fuga” di Alda Merini

Di Redazione4 dicembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Lasciami alle mie notti
ed ai miei benefici di peccato,
lasciami nell’errore
se decantarmi è compito di Dio!
So che mi assolverai delle mie pene:
ma ora lasciami umana
col cuore róso dalla mia paura.
Quando sarò bassorilievo al tempo
della Tua eternità, non avrò fronti
contro cui capovolgere la faccia.

“Ti scrivo da Parigi” di Lionel Attuly

parigi-08Non ho distolto il gesto d’una mano timida e bugiarda e senza forza come già stanca che voleva respingere ...

“Tutto imparammo dell’amore” di Emily Dickinson

tremareak7kh6rv4Tutto imparammo dell'amore Alfabeto, parole. Il capitolo, il libro possente Poi la rivelazione terminò. Ma negli occhi ...