iscrizionenewslettergif
Politica

Pirovano lancia il decentramento: 7 sportelli in pianura e nelle valli

Di Redazione30 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sede di via Tasso della Provincia di Bergamo

La sede di via Tasso della Provincia di Bergamo

BERGAMO — Sette sportelli distribuiti in tutta la provincia e dedicati, almeno all’inizio, all’urbanistica e agli aspetti legali. E’ questo il primo obiettivo del decentramento degli uffici previsto dall’amministrazione provinciale nei prossimi mesi. L’iniziativa è stata presentata dal presidente Ettore Pirovano a sindaci e Comuni durante gli Stati generali della Provincia.

Oltre alla sede di via Tasso e agli sportelli cittadini, sono previsti uffici in pianura e nelle Valli. A Piazza Brembana, a Clusone, a Vilminore, Sant’Omobomo Terme, Calusco, Sarnico e Treviglio. L’obiettivo degli uffici delocalizzati sarà garantire una migliore funzionalità dei servizi e una semplificazione dei rapporti amministrativi fra gli enti.

L’idea è stata ben accolta con favore dai sindaci – 200 su un totale di 244 comuni – presenti alla Fiera di Bergamo per l’assise. Pirovano non ha escluso che in futuro possano essere decentrate anche altre materie oltre all’urbanistica.

Durante gli Stati generali la Provincia ha annunciato di aver elaborato un Protocollo d’intesa con il Consiglio dei Sindaci per compartecipare agli oneri economici per il trasporto degli alunni disabili della scuola secondaria superiore. Il contributo sarà di 540mila euro per l’anno scolastico 2009/2010.

La Svizzera dice no ai minareti. Castelli: inserire la Croce nella bandiera italiana

Roberto Castelli BERGAMO -- Il viceministro alle Infrastrutture, Roberto Castelli, esulta dopo il "no" della Svizzera ai ...

No ai minareti. Calderoli: referendum anche in Italia

I ministri Maroni e Calderoli in Senato ROMA -- "E' utile sempre ascoltare in democrazia ciò che vuole il popolo e non ...