iscrizionenewslettergif

Oriocenter: bambini protagonisti a Ecocentro

Di Redazione30 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Fabio, Luca e Bruno. Ma anche Fuffy, Teddy e Timidoso. La fantasia dei bambini si è sbizzarrita questa mattina nel gioco proposto dal Parco delle Orobie Bergamasche, protagonista a Oriocenter della campagna dedicata all’ambiente “Ecocentro”, progetto patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

Suddivisi in piccoli gruppi, gli alunni, guidati dall’esperta faunista del Parco, Chiara Crotti, hanno disegnato e lavorato con gesso e terra le impronte dell’orso. Un semplice modo per far conoscere le caratteristiche della fauna e, in particolare, dei grandi predatori del Parco.

Il laboratorio di questa mattina rientra nell’ambito del programma di iniziative sui temi ecoambientali, promosse da Oriocenter, il più grande centro commerciale d’Italia, in collaborazione con il Comune di Orio al Serio (BG), e il Parco delle Orobie Bergamasche, il più vasto parco montano forestale della Lombardia, che si estende tra la Val Brembana, la Val Seriana e la Val di Scalve.

“Un’ottima opportunità – sottolinea il presidente del Parco delle Orobie Franco Grassi – per rivolgerci ai bambini e più in generale alle famiglie e far conoscere il valore del patrimonio ambientale che appartiene a tutti noi. Il pubblico sta infatti rispondendo con entusiasmo alle varie iniziative gettonatissime da adulti e bambini”.

“Ecocentro – spiega il presidente di Oriocenter Giancarlo Bassi – offre la possibilità di far conoscere, approfondire e valorizzare gli aspetti ambientali anche del nostro territorio, così come il Parco delle Orobie, sensibilizzando in particolare le famiglie e le giovani generazioni dando loro qualche consiglio di comportamento ecosostenibile e consumo critico”.

Nella piazzetta centrale al piano superiore della galleria di Oriocenter, in collaborazione con Coldiretti, sono allestite le mostre fotografica “Gente del Parco” che raccoglie gli scatti di Fabio Proverbio e di utensili “Frammenti di storia” di Pierangelo Esposito di Zanica. Un viaggio tra passato, presente e futuro attraverso i mestieri di ieri e di oggi per conoscere il Parco e i suoi protagonisti. Ma anche un’occasione per assistere dal vivo alla cagliatura e per degustare prodotti tipici come il Formai de mut dop, la Formaggella della Valle di Scalve o altri formaggi meno noti, ma non per questo meno importanti, delle Valli orobiche accompagnati dal miele prodotto in Valle Brembana o, ancora, dalla prelibata crema di nocciole.

La giornata dedicata ai sapori del Parco, considerata la grande affluenza di pubblico del 18 novembre scorso, sarà replicata a Oriocenter domani – sabato 28 novembre – all’insegna di una natura tutelata e ben conservata, il rispetto delle tradizione e la genuinità di prodotti unici.