iscrizionenewslettergif
Bassa

Marocchini in “fuga” con l’ambulanza: ma l’avevano comprata

Di Redazione27 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un'ambulanza

Un'ambulanza

CISERANO — Se ne andavano in giro con un’autoambulanza dalle parti di Zingonia. Solo che invece di essere operatori del 118 erano due marocchini privi di qualunque divisa o segno di riconoscimento del personale sanitario.

Ai carabinieri di Treviglio è arrivata una chiamata: il sospetto era che si trattasse di un furto. Subito i militari hanno fatto uscire una pattuglia che ha intercettato il mezzo di soccorso nella zona di Ciserano.

Eppure stavolta non si trattava di un furto anomalo come i tanti registrati di questi tempi: non ultimo quello di un ultraleggero da un palazzo di Gorle. I due marocchini a bordo non indossavano le tute arancioni dei soccorritori ma hanno spiegato che avevano appena acquistato l’autolettiga di seconda mano, per spedirla in Marocco.

Dalla verifica dei Carabinieri, stupefatti, è risultato tutto regolare: i due nordafricani erano regolari, incensurati e residenti a Casirate. Al 118 non risultavano furti di mezzi. E per giunta i due non avevano commesso alcuna infrazione al codice della strada, nemmeno quella di aver accesso impropriamente il lampeggiante.

Rilasciati con tante scuse.

Coltello alla gola, pakistano tenta doppia rapina: arrestato

I Carabinieri in azione TREVIGLIO -- Se ne andava in giro con un coltello e per ben due volte ...

Prostituta muore in un incidente, i clienti fuggono

Intervento dei Carabinieri TREVIGLIO -- Una prostituta di 26 anni, Vivian Alke, originaria della Sierra Leone e incinta ...