iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Frattini: la Fiom sporge denuncia penale sul concordato preventivo

Di Redazione27 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'azienda di Seriate

L'azienda di Seriate

SERIATE — Sulla vicenda del concordato preventivo e sulla sua gestione alla Frattini di Seriate la Fiom-Cgil, assistita dall’avvocato Roberto Bruni, ha deciso di sporgere una denuncia penale. I dettagli del provvedimento legale, che sarà depositato presso il Tribunale di Bergamo lunedì mattina, saranno illustrati in una conferenza stampa programmata per lunedì pomeriggio, davanti ai cancelli dell’azienda a Seriate, dove dal 12 ottobre è in corso un presidio permanente dei lavoratori.

La storica azienda metalmeccanica specializzata nella produzione di macchine per la deformazione di contenitori cilindrici, occupava 192 persone. Lo scorso 4 giugno, dopo essere stata travolta dalla crisi, aveva presentato al Tribunale di Bergamo domanda di concordato preventivo (con richiesta di esercizio provvisorio fino al 31 agosto). Nell’azienda era già in corso (per circa 120 lavoratori) una cassa integrazione ordinaria a rotazione. Intanto, ieri, 26 novembre, finalmente per i 150 lavoratori rimasti alla Frattini è stata approvata la Cassa Integrazione, dopo ben quattro mesi d’attesa.

Frattini: approvata la cassa integrazione. La Fiom: solo merito dei sindacati

I lavoratori durante una manifestazione SERIATE -- Dopo quattro mesi è stata approvata la cassa integrazione per i 150 lavoratori ...

Zingonia, la Bas taglia l’acqua ai condomini degli extracomunitari

I condomini morosi updated ZINGONIA -- Tutti i tentativi di conciliazione fatti finora sono andati a vuoto. E ...