iscrizionenewslettergif
Bergamo

In Fiera le selezioni per il campionato mondiale Chef

Di Redazione26 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
In Fiera le selezioni per Bocuse d'or

In Fiera le selezioni per Bocuse d'or

BERGAMO — La Lombardia capitale dell’alta ristorazione. In attesa dell’Expo 2015 la ristorazione italiana scalda i motori e si prepara a combattere strenuamente per vincere il più importante concorso gastronomico del mondo: il Bocuse d’Or.

Si tratta della principale competizione dedicata agli chef, ideata e creata nel 1987 dal grande maestro Paul Bocuse con l’obiettivo di valorizzare i migliori cuochi emergenti dei cinque continenti.  La selezione italiana si svolgerà nel Polo Fieristico di Bergamo il 15 e 16 marzo 2010 all’interno della prima edizione di Cooking Expo, manifestazione fieristica dedicata all’alta ristorazione.

Il vincitore parteciperà alla selezione Europea, che si terrà a Ginevra il 7 e il 8 giugno 2010 nell’ambito del Salone Gourmet, e gareggerà con gli chef selezionati da Germania, Austria, Belgio, Croazia, Danimarca, Spagna, Estonia, Islanda, Lussemburgo, Ungheria, Norvegia, Paesi Bassi, Repubblica Slovacca, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Russia, Svezia e Svizzera.

Tra questi, solo sette arriveranno a Lione per partecipare al Concorso Mondiale nel gennaio del 2011. La selezione italiana sarà presieduta da Giancarlo Perbellini, illustre chef patron del Ristorante Perbellini di Isola Rizza a Verona, affiancato da una giuria di 23 chef tra i nomi più prestigiosi della ristorazione italiana, tra i quali i fratelli Cerea del relais gourmand “Da Vittorio” di Brusaporto (Bg).

L’iniziativa rappresenta già da ora una grande opportunità e una sfida per il rilancio dell’alta cucina italiana nel mondo; sfida che l’Associazione Promozione del Territorio (fondata da Camera di Commercio Bergamo, Ascom Bergamo, Confindustria Bergamo, Ente Fiera Promoberg e Bergamo Fiera Nuova), in collaborazione con Accademia del Gusto di Ascom Bergamo e FIPE, la Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi aderente a Confcommercio, ha voluto cogliere, condividendone le potenzialità con i più qualificati e dinamici operatori economici legati all’alta ristorazione italiana.

Da Bergamo parte quindi una sfida: vincere il Bocuse d’Or. Ma non è una sfida fine a se stessa. E’ solo una tappa, o forse meglio, il punto di partenza per impostare una riflessione seria sul tema della ristorazione di qualità, delle regole e della disciplina che devono caratterizzare questo importante settore.

Bresciani (Cgil): sulla crisi non facciamoci illusioni

Manifestazione dei lavoratori BERGAMO -- "Non facciamoci illusioni e soprattutto non illudiamo le lavoratrici e i lavoratori, la ...

Conca d’oro: rivestimento mangia-smog per la galleria

Il vicesindaco Ceci e l'assessore Saltarelli BERGAMO -- Novità in vista per la galleria Conca d'oro che unisce il quartiere di ...