iscrizionenewslettergif
Sport

Conte furioso, Ruggeri di più: squadra in ritiro anticipato

Di Redazione26 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Conte (foto Mariani)

Antonio Conte (foto Mariani)

BERGAMO — Una sconfitta pesante, inaspettata, incredibile. Antonio Conte arriva in sala stampa nel dopo gara decisamente arrabbiato, le sue parole sono ferme e decise. Nessun alibi, una bocciatura totale senza attenuanti per una squadra incapace di proporre un’azione degna di questo nome.

Mister, possiamo chiamarla figuraccia?
Non so se è la parola giusta ma devo dire che la squadra ha fatto molto meno di quanto è nelle nostre possibilità. Potevano toglierci qualche soddisfazione andando avanti invece siamo a commentare una gara in cui c’è veramente poco da salvare.

Aveva parlato di gara importante, l’approccio dei giocatori non è stato quello giusto…
Ci tenevo molto a vincere, a passare il turno. A differenza dei nostri avversari siamo andati in ritiro, volevo trasmettere alla squadra l’importanza dell’impegno ma siamo partiti male. Dopo il gol subito abbiamo alzato un po’ i ritmi ma senza fare abbastanza. Nella ripresa ci abbiamo messo più volontà senza troppa chiarezza nella manovra.

La squadra ha sottovalutato l’impegno?
Quando arrivano le sconfitte in questo modo, contro avversari di categoria inferiore, l’impressione è quella però partite come questa sono importanti per chi gioca meno. Aspettavo risposte in questo senso, ho visto e valuterò in previsione della gara contro la Roma ma quando parlo di problemi da risolvere non mi invento nulla: ci sono e anche questa sera sono venuti fuori.

Uno di questi sembra mentale. Lei dimostra sempre grinta, ci sono momenti in cui la squadra non sembra giocare con la giusta cattiveria…
Forse la cattiveria agonistica non è nel dna di questo gruppo. Dobbiamo migliorare sotto questo aspetto, non vorrei parlare dei singoli ma è evidente che ci sono valutazioni da fare e state certi che in vista della Roma verranno fatte. I giocatori sul campo devono mangiare l’erba, la condizione fisica si migliora ma l’aspetto mentale è sempre molto importante.

Nonostante l’orario i tifosi sono venuti, il risultato sicuramente li amareggia…
Mi dispiace molto, davvero. Non voglio parlare del pallone dubbio di Talamonti sulla riga perché non cambia le mie considerazioni, qualcuno dice che per una squadra in lotta come noi l’impegno della Coppa Italia sarebbe meglio non averlo ma sono cose che non mi interessano: volevo passare, abbiamo perso e dobbiamo ripartire perché arriva subito la Roma.

Dopo la partita il tecnico salentino ha ascoltato le rimostranze del centinaio di supporter assiepati all’esterno degli spogliatoi. La società, allo stadio erano presenti sia Alessandro Ruggeri che Carlo Osti, ha deciso di mandare la squadra in ritiro fin dalla serata di venerdì per mantenere alta la concentrazione in vista del delicato impegno casalingo di domenica contro la Roma.

Fabio Gennari

Atalanta, figuraccia in Coppa. Il Lumezzane vince 1-0 a Bergamo

L'occasione di Talamonti salvata sulla riga BERGAMO – Incredibile al Comunale. Il Lumezzane, compagine di prima divisione giunta a Bergamo infarcita ...

Da Siviglia confermano: Chevanton all’Atalanta

Chevanton in tribuna al Comunale (foto Mariani) BERGAMO -- L'attaccante sudamericano Ernesto Chevanton dal 2 gennaio sarà ufficialmente un giocatore dell'Atalanta. La ...