iscrizionenewslettergif
Politica

Zingonia: la Provincia punta alla riqualificazione

Di Redazione24 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'assessore provinciale alle Grandi infrastrutture Silvia Lanzani

L'assessore provinciale alle Grandi infrastrutture Silvia Lanzani

BERGAMO — “Un’emergenza urbanistica e sociale da affrontare immediatamente e in modo concreto”. Non ha usato giri di parole l’assessore provinciale alle Infrastrutture Silvia Lanzani per descrivere la situazione in cui versano interi quartieri di Zingonia. Dopo il sopralluogo effettuato il 9 novembre scorso, la Provincia ha deciso di intervenire sulle situazioni di degrado che incombono da anni sulla zona.

Ieri, nella sede della Provincia in via Sora si è tenuto un incontro fra il presidente Ettore Pirovano, l’assessore alle Grandi infrastrutture Silvia Lanzani, il dirigente provinciale Giuseppe Epinati e il funzionario Sara Pace, l’assessore alla Casa della Regione Lombardia Mario Scotti, i consiglieri regionali Daniele Belotti (Lega) e Giuseppe Benigni (Pd), il viceprefetto Sergio Pomponio, il vicesindaco di Boltiere Maurizio Testa, il sindaco di Osio Sotto Attilio Galbusera, il sindaco di Verdellino Giovanni Bacis, il sindaco di Ciserano Enea Bagini, il sindaco di Verdello Luciano Albani e il direttore generale dell’Aler di Bergamo Bruno Marzia.

Gli intervenuti hanno concordato sulla necessità di stipulare un protocollo d’intenti che individui soluzioni condivise ai problemi, per arrivare alla riqualificazione di Zingonia. In parallelo alla pianificazione verrà portato avanti uno studio sulla situazione di fatto, una sorta di censimento della popolazione presente nei palazzi della zona per capire come intervenire sull’emergenza.

Sarà l’assessorato provinciale alle Grandi infrastrutture, in accordo con la Regione, a stendere il documento del protocollo d’intenti che sarà poi sottoscritto dai soggetti interessati.

“Prima di intervenire è fondamentale capire chi ha diritto ad occupare quegli appartamenti, e quindi dovrà spostarsi solo provvisoriamente, e chi invece deve essere allontanato in modo definitivo secondo le leggi vigenti – ha commentato il presidente Pirovano -. Stiamo parlando di una zona che diventerà strategica con l’arrivo della Interconnessione Pedemontana – Brebemi, speriamo che questo possa incentivare i privati a impegnarsi per una profonda trasformazione. La Provincia predisporrà nel giro di pochi giorni il protocollo di intenti, e valuterà se tra le pieghe di un bilancio già risicato ci sarà spazio per un sostegno economico, che si aggiungerà a quello per cui si è già impegnata la Regione”.

“Sono molto contenta di questo incontro, scaturito dal sopralluogo che abbiamo effettuato lo scorso 9 novembre – ha detto l’assessore Lanzani – credo che siamo riusciti ad affrontare la questione con il giusto spirito: da un lato il problema urbanistico, che si risolve con la pianificazione e che richiede dei tempi tecnici, dall’altro l’emergenza sociale, che va affrontata immediatamente e in modo concreto di concerto con la Prefettura e dando ai sindaci gli strumenti per poter intervenire”.

Pd: Riva e Bocchi, corsa a due per la segreteria provinciale

Il Pd di Bergamo elegge il nuovo segretario provinciale BERGAMO -- Il giovane Gabriele Riva o il più esperto Mirio Bocchi? E' questo il ...

Centrale di Benevento: la Provincia ricorre al Tar

La sede della Provincia di Bergamo BERGAMO -- Salvare il salvabile. E' questa la strategia messa in atto dalla Provincia di ...