iscrizionenewslettergif
Isola

Estorsione per un cellulare: arrestato 17enne

Di Redazione23 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I Carabinieri in azione

I Carabinieri in azione

PONTE SAN PIETRO — La delinquenza sta prendendo una piega inquietante anche in Bergamasca, se gli episodi coinvolgono sempre più dei minorenni. Nel fine settimana i Carabinieri di Ponte San Pietro e Grumello hanno arrestato un 17enne per estorsione e un baby spacciatore di 16 anni.

A Ponte San Pietro, i militari dell’Arma hanno arrestato uno studente di orgini nordafricane ma nato a Bergamo. Il diciassettenne ha rubato il cellulare a un coetaneo, chiedendogli 50 euro per la restituzione. La vittima dell’estorsione ha riferito l’episodio al padre. Il padre lo ha denunciato ai Carabinieri ed è scattata la “trappola”. L’estorsore si è presentato all’appuntamento alla stazione ferroviaria di Bergamo, ma subito dopo lo scambio è finito in pasto ai carabinieri. Per lui si sono aperte le porte del carcere minorile Beccaria di Milano.

A Grumello, invece, venerdì sera, i carabinieri della stazione locale si sono appostati in Piazza Camozzi, dove stazionava un capannello di giovani. Qui hanno sorpreso un sedicenne mentre tentava di disfarsi di 15 grammi di hashish. Il giovane – incensurato – è stato bloccato e arrestato. Identificati anche altri 5 giovani di 15 anni segnalati come assuntori di sostanze stupefacenti.

Tampona e poi fugge: preso dalla Stradale

Gli agenti della Polizia stradale CAPRIATE -- Ha tamponato un'auto. Ma invece di fermarsi a prestare soccorso, dopo un attimo ...

Bottanuco, torna dal lavoro e trova i ladri in casa

I Carabinieri in azione BOTTANUCO -- Brutta avventura, per fortuna a lieto fine, per un uomo residente a Bottanuco. ...